Home » prima pagina » L’augurio della Chiesa al mondo della scuola

L’augurio della Chiesa al mondo della scuola

Stampa l articolo
scuola2Il 12 settembre è iniziata il nuovo anno scolastico per la Scuola dell’infanzia, la Scuola primaria, la Scuola secondaria di 1° e 2° grado. Nei giorni seguenti si aprono le porte anche delle Università. L’Augurio, che ora le nostre Chiese Ascolana e Fermana, intendono formulare al mondo della scuola e dell’università all’inizio del nuovo anno, è ispirato dalle parole del Concilio Vaticano II e dal recente documento della Conferenza Episcopale Italiana Educare alla vita buona del Vangelo, che traccia gli Orientamenti pastorali dell’Episcopato Italiano per il decennio 2010-2020.

Il Concilio Vaticano II, nella “Costituzione pastorale sulla Chiesa nel mondo d’oggi” (Gaudium et spes) ci propone una Chiesa in intima unione con l’intera famiglia umana, a servizio dell’uomo, in dialogo con tutte le componenti culturali e sociali della famiglia umana. Un dialogo che è ispirato anche al pieno rispetto delle legittima laicità del mondo della scuola e dell’università. Il documento della CEI, (Cfr. n. 46) ci ricorda che “La scuola si trova oggi ad affrontare una sfida molto complessa, che riguarda la sua stessa identità e i suoi obiettivi. Essa, infatti, ha il compito di trasmettere il patrimonio culturale elaborato nel passato, aiutare a leggere il presente, far acquisire le competenze per costruire il futuro, concorrere, mediante lo studio e la formazione di una coscienza critica, alla formazione del cittadino e alla crescita del senso del bene comune”.

L’augurio del vescovo è rivolto anche alla famiglie, affinché si sentano coinvolte nella vita scolastica dei figli, nel rispetto della legittima autonomia della scuola. È rivolto a tutti i docenti, compresi gli insegnanti di religione, affinché svolgano la loro opera, che possiamo chiamare anche “missione”, per la crescita culturale e morale dei ragazzi e dei giovani tra i quali svolgono la loro attività. È rivolto soprattutto ai ragazzi e ai giovani: vivano la loro esperienza scolastica e universitaria come momento di crescita culturale, professionale, e soprattutto personale. •

+ Luigi Conti

Arcivescovo Metropolita di Fermo

Amministratore Apostolico Sede plena di Ascoli Piceno

About la redazione

Vedi anche

La difficile ma necessaria lezione sull’acqua

Acqua come bene primario e prezioso. È partendo da questo presupposto che ha preso il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: