Home » prima pagina » La situazione degli oratori nella diocesi fermana

La situazione degli oratori nella diocesi fermana

Stampa l articolo
oratoriMa gli oratori in diocesi, esistono ancora oppure no? Dopo un lungo periodo di “silenzio”, domanda è legittima; ma la risposta è sicura e decisa!! Certo che si, esistono! Nel silenzio e nell’impegno “a testa bassa”, continua lo splendido lavoro iniziato ormai da anni dagli oratori della nostra Arcidiocesi di Fermo. Era il “lontano” 2008 quando i primi oratori iniziavano a muovere i primi passi in diocesi, creando una realtà ancora poco presente qui da noi, ma che subito riuscì a prendere piede e dare vita ad una (ancora giovane) tradizione che ha “saputo fare la differenza”. Gli anni sono passati, qualche difficoltà da superare ogni tanto si presenta, ma la gioia e la voglia di operare e stare con i ragazzi e i giovani in oratorio vincono sempre.

Dopo 7 anni (anche se il 2015 è appena iniziato) sono 40 gli oratori operativi nella nostra diocesi: alcuni garantiscono un’apertura tutto l’anno, altri sono aperti in alcuni periodi particolari: tutti hanno però il desiderio di offrire il meglio a quanti si trovano a frequentare gli oratori, così da favorire numerose occasioni di confronto, crescita e … perché no? Divertimento, insieme. Nell’ultimo anno sono tre gli oratori nati, fra i quali il Ricreatorio San Carlo di Fermo, che in quanto anche “sede ufficiale” del Coordinamento Oratori Fermani (C.O.F.), può essere considerato anch’esso “di nuova apertura”. Oltre agli oratori in diocesi, operativi sono anche quanti prestano il loro servizio nel consiglio pastorale C.O.F. fornendo idee, stilando programmi di formazione, impegnandosi nell’organizzazione degli eventi.

Ultimo evento, in ordine di tempo, il 1° concorso diocesano di ›› 5 Presepi organizzato nel periodo di Natale (di cui si è parlato anche nelle pagine de “La Voce delle Marche”). Ma il lavoro non si ferma qui: è in fase conclusiva il progetto per la formazione degli operatori e coordinatori di oratorio, che quest’anno vuole coinvolgere anche i catechisti e catechiste della diocesi. Oratorio e Catechismo sono due realtà importantissime per la formazione e crescita completa del ragazzo: ecco allora l’attenzione del C.O.F. a stimolare il dialogo fra le due, per abbattere barriere e creare ponti capaci di migliorare sempre più quanto offerto ai ragazzi e giovani. Il primo incontro di formazione si terrà domenica 8 febbraio, presso l’auditorium di Villa Nazareth, con inizio ore 09.00.

Interverranno don Giuseppe Fabbrini, parroco e responsabile degli oratori della diocesi di Pesaro ed il prof. Marco Tibaldi, docente ordinario di Teologia Fondamentale presso ISSR della Facoltà Teologica dell’Emilia- Romagna, collaboratore de L’Osservatore Romano, de La Rivista del Clero Italiano, Settimana e altre testate, formatore, scrittore, direttore editoriale di Pardes Edizioni. Batte allora ancora forte il cuore degli oratori! Ed è sempre una gioia vedere l’impegno che mettono nell’aiutare i giovani a crescere in modo sano, aiutandoli a divenire, bravi uomini e donne di domani. •

Michele Rogante

About la redazione

Vedi anche

Un incontro che vale più di mille lezioni

Gli studenti a confronto con i detenuti del carcere di Fermo “Prima di venire qui …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: