Home » prima pagina » Ultima presenza domenicana

Ultima presenza domenicana

Stampa l articolo
vita-consacrataSalve, siamo le suore domenicane di Montefiore dell’Aso, purtroppo l’ultima presenza domenicana nella diocesi di Fermo. Attualmente siamo solo in cinque ma il nostro monastero, fondato nel ‘600, ha ospitato fino a 30 suore. Il nostro ordine ha lasciato segni importanti di santità e di fede nella Chiesa intera e in questa diocesi, anche se spesso viene solo ricordato per casi spiacevoli legati alla inquisizione.

Al centro della nostra vita c’è la passione per la salvezza delle anime, la stessa passione che otto secoli fa infiammò il cuore di san Domenico e dei suoi primi compagni e ne fece instancabili predicatori. È questa l’avventura in cui ancora oggi vogliono impegnarci. L’urgenza di annunciare il Vangelo ha origine nel nostro fondatore. Per san Domenico, la proclamazione del Vangelo poteva essere fatta solo con uno stile autenticamente evangelico (cfr Mc 6,7ss). Perchè per raggiungere gli altri e per capirli è necessario uno stile di vita simile a quello degli apostoli: una vita semplice e povera, vissuta in comune. Insomma per noi domenicani il Vangelo per essere annunciato deve essere prima vissuto. Papa Francesco con il suo stile di fede pratica ci fa capire che la nostra missione nel mondo non si è ancora conclusa e abbiamo la speranza nel cuore che il Signore porterà avanti il nostro cammino.

In questo momento, qui a Montefiore, non abbiamo novizie ma molte giovani hanno mostrato interesse per la nostra vita contemplativa. Come suore claustrali cerchiamo Dio nel silenzio e nella preghiera, nello studio, nella solitudine e nell’amore. Sfruttando tutte le potenzialità del nostro cuore e della nostra mente, cerchiamo le tracce dell’Onnipotente. Ma in realtà è Dio stesso che ci trova quando meno ce lo aspettiamo. Da San Domenico abbiamo ricevuto il compito di accompagnare con la preghiera tutti i cristiani nella vita del mondo e molti sono quelli che bussano ancora oggi alle nostre grate per chiederci una preghiera, un consiglio o semplicemente per trovare accoglienza e riposo. Affianco al nostro monastero abbiamo una struttura chiamata “Casa Ebron” dove ospitiamo gruppi giovanili e laicali, i quali salgono al nostro monastero per condividere momenti di comunione e spiritualità.

Da questo anno dedicato alla vita consacrata ci aspettiamo che molte giovani e giovani chiamati come noi alla bellezza di questo tipo di vita, sappiano cogliere la grazia che il Signore gli sta offrendo. Per quanti fossero interessati a conoscere il nostro monastero può scriverci: domenicanedimontefiore@gmail.com. Ringraziamo di cuore La Voce delle Marche per averci dato la possibilità di fare questa testimonianza e salutiamo ricordandoli nelle preghiere tutti i lettori di questo bel giornale. •

Le suore domenicane
di Montefiore dell’Aso

About la redazione

Vedi anche

La gioia di consacrarsi

In questo anno della Vita Consacrata indetto da Papa Francesco, non possiamo che ringraziare il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: