Home » arte&cultura » Amando(la) filosofia

Amando(la) filosofia

Stampa l articolo
Ad Amandola, sotto la maestosa e regale Sibilla, si sale in alto per pensare. Da un po’ di anni si percorre una strada alla ricerca di sé.

il-pubblico-di-filofest-2015Tra la tanta confusione della nostra contemporaneità, nel dilagare delle incertezze, ad Amandola si va a cercare ciò che, dall’antica Grecia, viene considerato il fulcro di tutte le certezze: chi sono? Dove vado? Quale il senso della vita?
Nel tentativo di trovare risposte, per il quinto anno consecutivo viene proposto “Filofest, La filosofia nei luoghi della quotidianità”.
L’ente promotore è Wega, associazione del terzo settore con sede in Amandola (FM). Wega nasce nel gennaio 2009 per iniziativa di alcune persone impegnate nella formazione, nella comunicazione e nella relazione. Scopo dell’associazione è quello di promuovere azioni di miglioramento delle relazioni interpersonali, attività di sostegno a situazioni di disagio e di emarginazione e iniziative culturali.
L’edizione FILOFEST 2016 ha per tema “Abitare il mondo. Abitare il corpo, i luoghi, gli spazi sociali, i diritti” e avrà luogo nelle consuete location – piazze, auditorium, teatro, sentieri, bar, agriturismi, bed and breakfast – nel territorio della Provincia di Fermo.
La manifestazione che si svolgerà nell’ultimo weekend di agosto, da giovedì 25 a domenica 28, si articola nelle modalità, già sperimentate nelle edizioni precedenti, delle colazioni filosofiche, passeggiate meditative, laboratori esperienziali, interviste a filosofi, confronti tra filosofi, dibattiti.
Filofest 2016 propone anche momenti e spazi di attività in lingua inglese, per potenziare i contatti con le numerose presenze straniere nel nostro territorio e aprirsi ad una dimensione internazionale.
Tra gli ospiti di rilievo, hanno già dato la loro adesione Umberto Galimberti, Michela Marzano, Mario Botta, Maurizio Stupiggia, Lorella Zanardo, Filomena Lopez ed altri.
Interverranno inoltre – volti noti di Filofest – i filosofi Roberto Mancini, Duccio Demetrio, Luigi Alici, Silvano Petrosino, Fabio Gabrielli, Sergio Labate, Andrea Ferroni, Enrico Garlaschelli.
Oltre che ad aprire o ri-aprire le strade del pensiero, Filofest è anche un modo per riscoprire la natura e valorizzare le bellezze del territorio: si organizzeranno, infatti, visite a siti culturali e ambientali e si degusteranno i prodotti tipici del territorio, come già avvenuto nella precedente edizione, durante il momento conviviale “A cena con Jung”.
Venite ad Amandola per pensare, per divertirvi, per degustare e “gustare” la natura e porterete a casa la delicatezza della riflessione condivisa e la forza di un luogo incontaminato in cui ancora “parla” l’anima. •

M.L. Leombruni

About la redazione

Vedi anche

Artieri della luce

Amandola: la Gibas, un’azienda di artigianato di qualità radicata in montagna Lavoro. Montagna. Terremoto. I …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: