Home » arte&cultura » Da Mogliano in tre pullman per vedere l’opera di Simone

Da Mogliano in tre pullman per vedere l’opera di Simone

Stampa l articolo
IMG-20160422-WA0000“Come saltano i pesci!” È questo il titolo del film di cui ultimamente hanno parlato stampa, radio, tv e web…
Prendendo al balzo l’invito del centro Culturale san Rocco della nostra Diocesi, nella parrocchia di Mogliano si è realizzato l’incontro con il protagonista del suddetto film, Simone Riccioni, attore già noto per le sue apparizioni in molti spot – tv e al cinema.
Con un pizzico di orgoglio la nostra parrocchia ha potuto pregiarsi della sua presenza lo scorso 18 febbraio durante la presentazione del film e del suo libro autobiografico “Eccomi”.
È stata l’occasione per conoscere un ragazzo dai tratti genuini e schietti.
La naturalità e sincerità dimostrate con il suo racconto hanno catturato l’attenzione di una folta platea composta da più di 130 giovani che si sono appassionati nell’ascoltare le vicende della sua vita abbellita da una fede semplice e alquanto valida.
Parafrasando il titolo del film è accaduto pure a noi di compiere il “salto” cioè di uscire per una sera dal quotidiano refrain e di andare ad ascoltare insieme, ragazzi e genitori, la storia di un giovane come tanti desideroso di respirare e catturare la vita.
E così spinti anche dai ripetuti appelli del parroco, la sera del 31 marzo al cinema Multiplex di Piediripa in occasione dell’anteprima nazionale del film, si sono mossi alla volta del felice evento ben 210 persone a bordo di tre pullman per far sentire il loro entusiasmo e calore alla giovane promessa del cinema italiano.
I riscontri successivi alla serata sono stati tutti molto positivi, il film ci ha lasciato un sapore di buono e di meraviglia, ci ha fatto veramente un gran bene tanto che il clamore suscitato dai racconti del porta a porta hanno inviato moltissimi altri ad andare a vedere il film.
Nell’anno giubilare della Misericordia questo film è solo un piccolo segno di come la fede, partendo da molto lontano, quasi dalla “fine del mondo” (Simone è nato in Africa, figlio di missionari laici) può far si che alle nuove generazioni si aprano orizzonti di incontro e di relazioni fraterne, balzando finalmente fuori da quella rete del non senso e dell’indifferenza, per venir agganciati “Come saltano i pesci” nell’Amo di Dio! •

Fra Mauro Valentini

 

About la redazione

Vedi anche

Stretti e uniti all’aperto

Il terremoto di domenica 30 Ottobre ha portato le SS. Messe fuori dalle chiese  “Meno messe e …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: