Home » arte&cultura » La "Vellezza" » Intervista al soprano Rossella Marcantoni

Intervista al soprano Rossella Marcantoni

Stampa l articolo
“La musica mi prende come l’amore” (Leo Ferré)

Una sera di gennaio mi trovo a Marina di Altidona per un incontro importante con il soprano Rossella Marcantoni. Fondatrice e Presidente dell’Accademia Musicale internazionale Maria Malibran, nonché Docente di Canto presso il Conservatorio Statale di Musica “Bruno Maderna” di Cesena. Rossella, mi accoglie in Accademia con un bel sorriso solare. Pur essendo un personaggio di rilievo, è una persona di grande umiltà, una donna davvero straordinaria che merita che sia conosciuta ed apprezzata anche al di fuori dall’ambiente musicale in cui vive ed opera. La vocazione al canto è innata in lei e la scopre giovanissima. La famiglia comprende il suo talento, l’incoraggia e l’accompagna nel suo percorso di studentessa e di cantante. “Ho avuto la fortuna di avere due genitori meravigliosi che mi hanno sempre sostenuto, senza di loro tutto ciò non sarebbe stato possibile”, dice!
Il luogo è accogliente e caldo, la conversazione piacevole e amichevole. L’argomento Accademia è d’obbligo, troppo importante per non parlarne.
L’Accademia Malibran da lei fondata, è un’associazione culturale-musicale che si occupa in primo luogo della formazione e perfezionamento dei giovani cantanti e strumentisti.
La finalità dell’Accademia è infatti quella di mettere a disposizione dei giovani un posto dove poter studiare musica e confrontarsi con docenti di altissimo livello.
DSC_0001bis“Per questo io ho concepito la nascita dell’Accademia come un vero e proprio atto d’amore verso i giovani” dice Rossella.
La stessa Marcantoni tiene corsi annuali di Canto presso l’Accademia Malibran propedeutici agli esami di ammissione ai corsi accademici di I° e II° livello di Canto presso i Conservatori Statali di Musica. Molti dei suoi allievi, che segue con tanta passione e dedizione, sono risultati vincitori di importanti concorsi nazionali ed internazionali di Canto, altri hanno già iniziato una bella carriera. Grazie all’Accademia i Giovani hanno la possibilità di fare concerti nei comuni della nostra Regione e non solo, di sperimentare praticamente quanto appreso durante le lezioni, e questa è una cosa davvero importante. L’Accademia Malibran è diventata oramai un punto di riferimento per studenti e musicisti, nel suo operato l’Accademia si avvale della collaborazione di Maestri di fama nazionale ed internazionale e di personalità artistiche di rilievo, offrendo così agli studenti stessi un percorso di studio accademico di qualità. Qualità, professionalità e tradizione si fondono con la sperimentazione e insieme alla produzione e alla diffusione della musica, rappresentano gli elementi caratterizzanti l’attività dell’Accademia Musicale Internazionale Maria Malibran.
Tutto ciò accresce l’offerta culturale e didattica del nostro territorio. Inoltre, il fatto che l’Accademia abbia sede ad Altidona, dimostra quanto sia fervida la produzione culturale anche nei piccoli centri. E questo è molto importante perché la crescita di un territorio si misura anche in base alla sua ricchezza culturale. Una ricchezza culturale che può essere anche sinonimo di impresa. Sul grande tavolo della stanza in cui ci troviamo vedo una pergamena scritta a mano che cattura la mia curiosità. Si tratta del Premio della Fedeltà al Lavoro e del progresso Economico assegnato dalla Camera del Commercio di Fermo a Rossella Marcantoni. È un importante riconoscimento per la dedizione per l’insegnamento, un costante impegno per la valorizzazione delle nuove generazioni ed il grande talento che l’hanno fatta distinguere nel piano internazionale. La firma è del Presidente Comm. Graziano Di Battista. L’Accademia si occupa anche di produzione, promozione e diffusione della Musica e dell’Arte. Accademia Malibran Festival è alla sua sesta edizione. Consiste in International Master Classes di Perfezionamento Musicale nello strumento prescelto o nel canto con Grandi Maestri. Al termine di ogni Master Class si tiene il Concerto Finale “Grandi Maestri per Giovani Talenti” durante il quale viene rilasciato ai corsisti l’attestato di partecipazione. Tutti i Corsi sono aperti a studenti italiani e stranieri. Oltre ai Concerti ci sono anche degli Incontri con l’Artista, appuntamenti d’arte, musica e spettacolo e presentazioni di libri con l’autore.
Agli eventi dell’Accademia Malibran partecipa sempre un pubblico attento e affezionato. Amichevole il clima che si instaura durante i Concerti fra gli spettatori, i corsisti ed i docenti, al quale fa seguito un momento conviviale.
Ma le sorprese non finiscono qui. L’Accademia Musicale Internazionale Maria Malibran – Residence, situata a Marina di Altidona è strutturata come un college anglosassone. Gli ospiti che vi risiedono durante i corsi, possono disporre dell’intera struttura. È possibile soggiornarvi accolti in belle stanze spaziose, arredate con gusto ed interne all’Accademia stessa. Inoltre è consentito l’uso della “Grande Cucina Rossini” completamente attrezzata dove docenti ed allievi cucinano e mangiano insieme.
Qualche notizia su Rossella a questo punto è d’obbligo. Si diploma brillantemente in Canto a ventuno anni presso il Conservatorio “G. Rossini” di Pesaro e si laurea in Discipline Musicali – Musica da Camera – con il massimo dei voti e la lode, presso il Conservatorio “G. B. Pergolesi” di Fermo. A ventitré anni vince il famoso Concorso per Giovani Cantanti lirici della Comunità Europea “ Adriano Belli di Spoleto e debutta nel ruolo di Amina ne La Sonnambula di V. Bellini. Perfeziona il repertorio lirico con maestri e soprani di altissimo livello. Frequenta l’Accademia d’Arte Lirica e Corale di Osimo e l’Accademia Rossiniana del “Rossini Opera Festival” di Pesaro, su invito del M° Alberto Zedda. Risultata vincitrice del 1° premio in numerosi Concorsi nazionali ed internazionali di Canto. Si è esibita al Teatro alla Scala di Milano, Teatro Nuovo di Spoleto, Ravenna Festival, Rossini Opera Festival di Pesaro, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro S. Carlo di Napoli, Teatro Comunale di Bologna, Teatro Chiabrera di Savona, Teatro Lauro Rossi di Macerata, Teatro dell’Aquila di Fermo, Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, Teatro Coliseo Albia di Bilbao, Teatro Nazionale dell’Opera di Spalato, Festival della Valle D’Itria di Martina Franca, ecc… . Ha inoltre cantato in Germania, Inghilterra, Spagna, Croazia, Polonia. Il suo debutto avviene nel 1989 al Teatro Nuovo di Spoleto ne “La Sonnambula” di Vincenzo Bellini nel ruolo di Amina. È stata diretta da importanti Maestri quali: Muti, Gelmetti, Kuhn, Panni, Aprea, Zani, Villaume, Scheiko, Mak e da registi come Vizioli, Zeffirelli, Pizzi, De Tomasi, Hampe, Richter. L’intelligenza musicale e la vivace curiosità, uniti al gusto dell’approfondimento e alla necessità di sperimentarsi, l’hanno fatta approdare alla musica contemporanea e a proporsi con successo in recitals, opere multimediali, concerti spettacolo, con programmi di rara inventiva ed originalità, con altri solisti e con voci recitanti autorevoli come quelle di Glauco Mauri, Pamela Villoresi, Eugenio Allegri, Ugo Pagliai e Paola Gassman, Massimo Dapporto, Moni Ovadia, Francesco Guccini.
Soprano di coloratura, dotata di una notevole duttilità della tecnica vocale e di un temperamento ricco di carica espressiva, ha interpretato numerosissime composizioni in prima esecuzione assoluta nell’ambito di prestigiose rassegne e Festivals. Ha al suo attivo una intensa attività concertistica oltre che a numerose incisioni sia del repertorio operistico, che cameristico, che di musica contemporanea per case discografiche di prestigio. Ha registrato per RAI TRE, oltre che a radio e televisioni di molti paesi. Rossella Marcantoni esegue, fra l’altro, versioni inedite delle «chansons» del grande cantautore francese Léo Ferré di cui è anche interprete dei recitals esclusivi “Les Fleurs du mal en musique” (Baudelaire e Ferré) e “Suite pour Léo” (Francesco Guccini, voce recitante). Ha tenuto un Corso di Alto Perfezionamento di Tecnica Vocale, Dizione, Repertorio Lirico e Cameristico della durata di tre mesi, per la University of New Hampishire (USA).
È regolarmente invitata a far parte della giuria in Concorsi Lirici, nazionali ed internazionali, come commissario esterno agli esami di Canto nei Conservatori di Musica Italiani, fra i quali Santa Cecilia di Roma.
Il tempo trascorre in fretta se ben trascorso, ci salutiamo con un arrivederci e la consapevolezza reciproca che la Musica sia stata in questo nostro incontro portatrice del bello e di sentimenti veri e nobili dell’animo umano.
Prima di lasciarci mi fa dono del suo ultimo lavoro, un CD: “Les Fleurs du mal en Musique”. La voce è quella inconfondibile di Rossella Marcantoni, magistralmente accompagnata al pianoforte dal M° Marco Sollini. Il CD contiene 15 Chansons su musica del grande cantautore francese Léo Ferré su testi di Baudelaire. Una lettura musicale straordinaria e nuova. Un grande lavoro che è stato recentemente trasmesso in diretta su RAI RADIO TRE per “Piazza Verdi” di Milano, che ha ottenuto una critica eccellente da Aldo Nicastro sul mensile Musica di dicembre. •

About Stefania Pasquali

Stefania Pasquali nativa di Montefiore dell'Aso, trascorre quasi trent'anni nel Trentino Alto Adige. Ritorna però alla sua terra d'origine fonte e ispirazione di poesia e testi letterari. Inizia a scrivere da giovanissima e molte le pubblicazioni che hanno ottenuto consenso di pubblico e di critica. Docente in pensione, dedica il proprio tempo alla vocazione che da sempre coltiva: la scrittura di testi teatrali, ricerche storiche, poesie.

Vedi anche

L’esperienza di un oncologo

Intervista al dottor Giustini, primario all’ospedale di Fermo Incontro il dottor Lucio Giustini, primario del …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: