Home » prima pagina » Sempre meglio!
Le AQUILE RANDAGIE, gruppo scout clandestino di resistenza durante il fascismo durante un campo in Val Codera.

Sempre meglio!

Stampa l articolo

Montegiorgio: scout da 45 anni

Scautismo a Montegiorgio? Sì, dal 1971. Quest’anno compie 45 anni.
In rapporto ai nostri fratelli scout di Fermo, ai quali inviamo i nostri migliori auguri di Buona Caccia e Buona Strada, per il loro centenario, abbiamo ancora molto da lavorare e seminare.
In questi quarantacinque anni di scoutismo, sono tanti i ragazzi, e oggi adulti, che hanno vissuto il metodo.

Il conseguimento del Brevetto di Capo Scout, oggi prevede tre  momenti  di confronto: il Campo Formazione Tirocinanti,  il Campo Formazione Metodologica e il Campo Formazione Associativa. Essendo un’associazione che affronta le tematiche educative dei ragazzi, ha bisogno di continui aggiornamenti riguardanti il cambiamento delle problematiche formative (oggi più che mai), per adattare il metodo Scout alle nuove esigenze educazionali.

In ognuno di questi ragazzi è stato depositato un seme che si spera, possa germogliare, per far crescere la voglia di impegnarsi sempre per “lasciare un mondo migliore di come l’abbiamo trovato”; un mondo di persone  impegnate a riconoscere l’altro come fratello, nell’insegnamento di Gesù, senza mai perdere di vista i valori fondamentali di un’esistenza, vissuta come dono; che non deve essere sprecata nell’egoismo, nell’indifferenza e nella ricerca del tornaconto personale.
Questo “stile di vita” ci ha aiutato a dare risposte positive quando siamo stati chiamati a scegliere, affrontare e superare gli errori, le debolezze che sono una costante dell’uomo ma sempre con l’umiltà che “fare del nostro meglio”, DNA del metodo scout, è un modo ottimo per crescere e far crescere.
E tutto è racchiuso in poche e semplici parole, nella nostra Promessa Universale:

“Con l’aiuto di Dio, prometto sul mio onore di fare del mio meglio:
– per compiere il mio dovere verso Dio e verso il mio Paese;
– per aiutare gli altri in ogni circostanza;
– per osservare la Legge Scout.”

Siamo convinti e consapevoli che tutte le Comunità Capi dell’Agesci Italiana hanno una grande responsabilità verso i singoli Capi adulti e verso tutti i giovani che passano un po’ della loro vita nello scoutismo, ma siamo anche convinti e consapevoli che in ogni paese e città dove operiamo, come una goccia nel mare, se non ci fosse non sarebbe la stessa cosa.
Buona Strada! •

Lino Liberati

About la redazione

Vedi anche

Confraternite: una grande festa tra i simboli e i colori della fede

Il “Cammino di Fraternità” è l’appuntamento più importante per le Confraternite italiane. Si tiene annualmente …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: