Home » voce ecclesiale » GMG » La sponda maceratese dell’Arcidiocesi risponde “Presente” all’appello del Papa
I simboli del Crocefisso di San Damiano e la Madonna di Loreto che hanno visitato la Diocesi, qui davanti al carcere di Fermo

La sponda maceratese dell’Arcidiocesi risponde “Presente” all’appello del Papa

Stampa l articolo
Don Massimo Fenni, quarant’anni, da quattro anni e mezzo parroco della Parrocchia San Carlo di Civitanova Marche, responsabile locale per la pastorale giovanile, accompagnerà i giovani che parteciperanno, con la diocesi di Fermo, alla Giornata Mondiale della Gioventù.
«La mia prima partecipazione a questo appuntamento fu nel 2000 a Roma, quando ero ancora seminarista – precisa don Massimo. – Forse fu anche a seguito di questa esperienza forte che nacque in me – continua don Massimo – la decisione di farmi prete. Sentivo dentro di me la chiamata e risposi con il mio “Eccomi”. Ho partecipato poi alla GMG a Colonia. Sono un tipo abbastanza comodo, abitudinario e tranquillo. Le GMG sono state per me sempre un banco di prova. Si dorme poco, si cambiano tanti posti, si mangia quel che c’è, si condividono momenti di preghiera, di fatica con tanti altri. È davvero un pellegrinaggio nel corso del quale si ha modo e tempo di riflettere sui contenuti della propria fede e di mettersi alla sequela di Cristo.
Quest’anno parteciperò sotto un’altra veste alla GMG di Cracovia. Dovrò accompagnare alcune persone e come sacerdote non posso non accogliere l’invito di Papa Francesco di essere operatore di misericordia che si può esercitare solo se c’è dentro di noi una profonda conversione».
Caterina Belvederesi spiega in poche righe le motivazioni che l’hanno spinta a partecipare alla GMG: «Anche quest’anno il Papa ha invitato noi giovani di tutto il mondo a partecipare alla GMG, una settimana di riflessione e di condivisione. Io ed un altro ragazzo della parrocchia di Cristo Re-S. Pietro abbiamo accolto e accettato con entusiasmo l’invito del Papa e del nostro sacerdote di prendere parte a questo grande incontro. Senza ripensamenti né dubbi ci siamo messi subito in gioco, ritenendola l’opportunità giusta per incrociare non solo nuove persone ma soprattutto riconoscere in loro l’amore e l’umiltà di Gesù.
L’abbiamo considerata l’occasione giusta per relazionarci con persone di diverse culture ed etnie, sperando di formare un nuovo gruppo di ragazzi sempre pronti ad accettare nuove sfide. Sono certa che, se partiremo emozionati ed agitati, torneremo con un immenso sorriso e con la voglia di ripartire».
Caterina andrà assieme ad altri giovani di Civitanova Marche con la diocesi di Fermo.
Francesco Villotti con la GMG di Cracovia è alla sua terza partecipazione alla Giornata Mondiale della Gioventù. Partirà con il fratello Simone che è alla sua prima esperienza. Il più grande farà da guida al più piccolo. Andranno con altri giovani, sacerdoti e educatori del Cammino Neocatecumenale. L’appuntamento con Cracovia è l’occasione per compiere un pellegrinaggio alla ricerca delle radici della propria fede, nutrita e coltivata all’interno del cammino fin qui percorso con i Neocatecumeni. Voci ed esperienze differenti che testimoniano la ricchezza dei movimenti laici cattolici che, pur percorrendo strade diverse, convergono tutti alla medesima Sorgente.
Agusto e Cecilia Cifola, fratello e sorella, partiranno alla volta di Cracovia con l’Ispettoria Salesiana Adriatica. Hanno respirato da sempre l’ambiente salesiano nella parrocchia San Marone e nel locale oratorio dedicato a San Domenico Savio.
Fanno parte del “Savio Club”, uno dei gruppi oratoriani, costituito da ragazzi e ragazze delle Elementari, Medie e Superiori, che propone attività formative e ricreative rivolte a ragazzi/e perché approfondiscano la conoscenza, l’amicizia anche fuori dall’ambito strettamente scolastico.
Gli animatori del gruppo, Agusto è uno di loro, stimolano i ragazzi a camminare insieme verso la santità e a divertirsi nello stile di Don Bosco e Domenico Savio. Partiranno alla volta di Cracovia con ragazze e ragazze che provengono dalle diverse opere salesiane di Marche (Loreto, Ancona, Porto Recanati, Macerata, Civitanova Marche) Abruzzo (Sulmona, L’Aquila, Ortona, Vasto), Umbria (Terni, Perugia, Calcara). La Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia sarà l’occasione di ritrovarsi con tutto il Movimento Giovanile Salesiano.
Da Civitanova Marche partiranno quindi per Cracovia alcuni giovani con la diocesi di Fermo, altri con il Cammino Neocatecumenale, altri ancora con i Salesiani dell’Ispettoria Adriatica.
Percorsi ed aggregazioni diverse, per dimostrare ancora una volta che la diversità, se opportunamente coniugata con l’Unità, porta solo ricchezza. •

About Raimondo Giustozzi

Vedi anche

Angoli e scorci del quartiere San Marone

Civitanova: chiesa di Maria Ausiliatrice, ciclopedonale, ciminiera, Castellaro Un angolo del tutto nuovo del quartiere …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: