Home » fermano » La musica libera il Natale
Fermo: La corale Fra Marcellino in concerto all'Istituto circondariale

La musica libera il Natale

Stampa l articolo

Fermo: canti, emozioni, arte, nella casa di reclusione 

La Corale Fra Marcellino da Capradosso, animata dal consueto spirito di solidarietà, ha risposto all’invito dell’Amministrazione Comunale di Fermo a portare la musica all’interno della Casa Circondariale della città, dando vita ad una speciale iniziativa inserita nell’ambito dei rapporti di scambio tra l’istituto penitenziario e il territorio, con l’intento di creare occasioni di interesse artistico e musicale per ospiti ristretti. Il Concerto, con in programma canti e brani tratti dall’ultimo CD pubblicato dal coro fermano, si è tenuto sabato 14 gennaio alla presenza del Sindaco Paolo Calcinaro e dell’Assessore alle Politiche Sociali Mirco Giampieri. Ad accogliere la formazione corale ed il Maestro Stefano Corsi, all’ingresso dell’istituto penitenziario, gli agenti e gli operatori di polizia, la Direttrice Eleonora Consoli, il Comandante Gerardo D’Errico e l’Educatore Nicola Arbusti i quali si sono fattivamente adoperati per favorire l’iniziativa, accompagnando coristi e musicisti con garbo e professionalità nell’impatto con l’insolito palcoscenico. L’esibizione è stata particolarmente apprezzata. La musica ha aiutato le emozioni, linguaggio universale che unisce tutti, per questo anche in carcere particolarmente apprezzate le iniziative di musicoterapia che aiutano a vivere meglio le giornate dei detenuti, per far ritrovare loro la giusta serenità. In questo senso si muove la direzione dell’Istituto fermano, di concerto con il comandante e l’area trattamentale. Numerosi applausi e coinvolgenti incitamenti durante l’esecuzione dei brani hanno lasciato il posto a strette di mano, manifestazioni di gratitudine e volti sorridenti al momento dei saluti, quando è stato condiviso il proposito di ripetere la riuscita esperienza nella prossima primavera. •

About la redazione

Vedi anche

Fermo: visitare i carcerati. L’incontro è scuola di umanità che attraversa le sbarre

Da una parte gli studenti, gli occhi sbarrati sul futuro e sui loro sogni. Dall’altra …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: