Home » voce ecclesiale » Seminario » Mentre si studia teologia il calcio insegna a far squadra

Mentre si studia teologia il calcio insegna a far squadra

Stampa l articolo
Anche se l’Italia piange ancora la mancata qualificazione della Nazionale ai mondiali di Russia 2018, il calcio non smette di appassionare e regalare emozioni. Venerdì 17 novembre si sono ritrovati gli studenti dell’Istituto Teologico Marchigiano di Fermo per la seconda edizione del triangolare di calcetto. Hanno partecipato i seminaristi dell’Arcidicesi di Fermo, i postulanti della Congregazione Passionista di Morrovalle, i seminaristi dei seminari Redemptoris Mater di Macerata e di Ascoli Piceno ed i frati della Comunità Mandorlo in Fiore di Rotella. Dopo aver pregato l’ora media nella cappella del seminario e pranzato nel refettorio, gli atleti sono scesi in campo.
A testimonianza della fraternità tra le diverse realtà, si sono formate tre squadre miste. In totale sono state giocate cinque partite.
In evidenza il polacco Nicodem, autore di diversi gol e lo spagnolo David Abadias, infaticabile sulla fascia. Da segnalare la prestazione sontuosa del portiere Davide Mirandola, autentica saracinesca. Sugli scudi fra Fabio Trobbiani che, smesso l’abito, ha diretto magistralmente il centrocampo. A tenere alta la bandiera di Fermo Francesco Capriotti, autore di una rete e di due assist (l’ultimo dei quali lo ha visto protagonista di una progressione sontuosa sulla fascia destra).
Inoltre, da menzionare l’infaticabile attività di vivandiere e cambusiere del confratello Marco Pagliarini, che si è speso tutto il pomeriggio per non far mancare agli atleti generi di conforto.
Al di là dell’agonismo e del valore della sfida, al fischio finale i giocatori si sono fatti i complimenti a vicenda ironizzando sulle loro giocate e si sono dati appuntamento in stagioni più calde.
È stato sicuramente un bel momento di fraternità, che cementa ancora di più l’amicizia tra varie realtà all’interno dell’Istituto.
Ps: Il dispiacere per la mancata qualificazione mondiale dell’Italia rimane. A questo, si unisce il rammarico per la certezza che contro la Svezia i giocatori italiani sopra menzionati avrebbero fatto migliore figura! •

Marco Zengarini

About la redazione

Vedi anche

Sfoglia e scarica il numero 20

Il numero 20 in formato pdf è online. È possibile sia consultarlo online (da pc, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: