Home » fermano » Il quotidiano “Avvenire” racconta la storia di Di Ruscio emigrante fermano ad Oslo

Il quotidiano “Avvenire” racconta la storia di Di Ruscio emigrante fermano ad Oslo

Stampa l articolo
Luigi Di Ruscio partì da Fermo nel 1957 per Oslo, dove restò 54 anni fino alla sua morte avvenuta il 23 febbraio 2011 a 81 anni. Nella valigia portò il suo primo libro di versi Non possiamo abituarci a morire, con la prefazione di Franco Fortini. In quella raccolta Di Ruscio raccontava la vita dei vicoli fermani, dei proletari, dei disoccupati. Fortini colse già allora l’essenza di una scrittura fatta di una disarmonia prestabilita capace però di trovare una forma originalissima.
Il quotidiano “Avvenire” di giovedì 28 giugno 2018 ripropone la vita del poeta fermano che ha trovato fortuna nel nord Europa che lo ha accolto. In una lettera alla famiglia Di Ruscio scrive: “Certo fa un certo effetto lasciare l’Italia col sole a quasi trentacinque gradi sopra lo zero e arrivare ad Oslo con la pioggia, è come se dall’estate fossimo improvvisamente piombati in una giornata di dicembre”. •

About la redazione

Vedi anche

Diete dello Spirito

Altro che dietologi. Il cibo dei monasteri medievali divenne strumento per sottolineare la distanza tra …

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: