Home » Ex Cathedra

Ex Cathedra

Dio e/è il prossimo

L’evangelista Matteo ci propone, nella liturgia di questa trentesima domenica del tempo ordinario, il terzo episodio della discussione tra Gesù e i suoi oppositori, coloro cioè che cercavano di metterlo in difficoltà. Messi a tacere i sadducei, il Vangelo di domenica scorsa, è la volta dei farisei a porre la domanda, nel tentativo di coglierlo in fallo e poterlo così …

Continua a leggere »

Papa Francesco e il mistero della morte

Saggezza è saper contare i propri giorni. È pensare alla propria morte, al giorno in cui Gesù verrà per prenderci per mano e dirci, come alla figlia di Giairo: “Vieni, alzati! Vieni, risorgi!”. Nell’udienza di oggi, Papa Francesco ha esortato a fare i conti con la propria morte, una realtà che la nostra civiltà tende sempre più a cancellare. Alla …

Continua a leggere »

Santi: segnali luminosi

Gesù porta la Parola e la consegna senza alcun pregiudizio rispetto alle persone cui è destinata; queste ultime, nel racconto di Matteo, sono identificate con quattro luoghi, quattro terreni: la strada, il terreno sassoso, i rovi e la terra buona Il Vangelo di questa domenica è la celebre parabola del seminatore, il quale continua a seminare incurante, si potrebbe dire, …

Continua a leggere »

La forza dell’amore

Parole forti, esigenti quelle che leggiamo nel Vangelo di questa domenica. Matteo riporta un’altra parte, l’ultima, del discorso missionario di Gesù; parla ai suoi discepoli, ma se vogliamo parla a tutti noi, per indicare la strada di quell’andare nel mondo, per essere testimoni della novità cristiana. Certo ci sono fatiche e sofferenze, dice sempre Matteo, ma chi compie questa scelta …

Continua a leggere »

Angeli dal volto umano e vicini a noi

Angeli dal volto e dal cuore umano. Compagni di viaggio, nel battesimo e nel momento in cui scegliamo di dire “per sempre” con il matrimonio. Sono i santi, ai quali Papa Francesco ha dedicato l’udienza di oggi, che si è svolta alla presenza di 12mila persone e si è conclusa con un “sincero apprezzamento” per la campagna “Ero straniero”, promossa …

Continua a leggere »

Dio non è Dio senza l’uomo

Dedicata alla paternità di Dio, come sorgente della nostra speranza, l’udienza del Papa, pronunciata davanti a 15mila persone. Alla fine, un appello a pregare per la pace: cristiani, ebrei e musulmani “Il Signore pregava”, e c’era qualcosa di affascinante nel suo immergersi in preghiera, specialmente la mattina e la sera. Così, quando i suoi discepoli gli chiedono il suo segreto, …

Continua a leggere »

Emmaus siamo noi

I discepoli di Emmaus siamo noi. Perché è lì, su quella strada, che è nata la “terapia della speranza”. E il terapista è Gesù. Si può riassumere così l’udienza di oggi, dedicata all’episodio evangelico narrato da Luca. Tutto comincia con un incontro che sembra essere del tutto fortuito, il racconto del Papa. Emmaus assomiglia a uno dei tanti incroci che …

Continua a leggere »

Sperare, aprire, partire

Ricordando i 150 anni di storia dell’AC Ci sono tre verbi nel brano del Vangelo di Luca dei discepoli sulla strada di Emmaus: sperare, aprire, partire. Tre verbi che si possono coniugare ricordando i 150 anni di storia dell’Azione Cattolica Italiana, appuntamento vissuto in piazza san Pietro con Papa Francesco, secondo appuntamento in quattro giorni. Il racconto evangelico dei discepoli …

Continua a leggere »

Appuntamento nella piazza del cielo

Dedicata alla figura di Abramo Due piazze: quella del consueto appuntamento del mercoledì e quella del cielo, dove ci incontreremo tutti per sempre. Ad evocarle è stato Papa Francesco, nell’udienza dell’ultimo mercoledì di marzo, pronunciata di fronte a 13mila persone e dedicata alla figura di Abramo, “padre di tutti i popoli” e “padre della speranza”. Alla fine, un appello per …

Continua a leggere »