Home » per riflettere

per riflettere

Come difendere la dignità?

Le case chiuse sono forse già aperte nei cellulari? In questa lunga campagna elettorale stanno tenendo banco temi che paiono cucinati apposta per le tifoserie domenicali, che, per loro natura o sono pro o sono contro: vaccini, flat-tax, fake news, sicurezza e via dicendo. Tra questi, ce n’è uno che sembrava escluso dall’agone politico tant’è politicamente scivoloso e spinoso: la riapertura delle case …

Continua a leggere »

Genitori e figli su WhatsApp

Si parla con lo smartphone. È quanto emerge dal rapporto del Centro internazionale studi sulla famiglia, che ha realizzato oltre 3mila rilevazioni sulle “relazioni familiari nell’era delle reti digitali”. I dati riflettono rapporti sempre più “ibridi”, in cui il contatto diretto tra le persone è integrato, a volte sostituito, da relazioni digitali e da interazioni a distanza. È cambiato così …

Continua a leggere »

Non si curano ma si correggono

Discalculia e dislessia sono disturbi nel calcolo e nella lettura Ho insegnato per decenni ai bambini delle Scuole Elementari. Scuole che col tempo hanno cambiato non solo stile, programmi, contenuti, metodi ma anche nome chiamandosi con una forma fredda e quasi asettica: Scuola Primaria di primo grado. Di esperienza ne ho maturata tanta ma ciò che più ricordo con tenerezza …

Continua a leggere »

Spottare vuol dire insultare

Quel che sorprende, ancora una volta, è il paradosso che esplode fra il mezzo supertecnologico e l’antica e odiosa tendenza alla maldicenza. Le “pasquinate” delle pagine spotted spesso creano delle fratture insanabili fra gli adolescenti e danni psicologici; alcune situazioni hanno portato le famiglie alla decisione di sporgere denuncia alla polizia postale. Il fenomeno non è recentissimo, ma negli ultimi …

Continua a leggere »

Le nostre figlie schiave del sesso?

“Ragazzine di 10-11 anni immortalate in pose degne di escort navigate. Fotografie erotiche rimbalzate in poco tempo da una chat segreta di WhatsApp al grande calderone del web”: è successo a Rimini, come riferisce Il Giorno, che racconta anche di madri “terrorizzate all’idea che le immagini delle loro figlie seminude possano finire nelle mani sbagliate”. La vicenda è pressoché identica …

Continua a leggere »

Insulti, parolacce, cyber-erotismo

“Le ragazzine oggi si fanno foto come prostitute”: la frase non viene da una vecchietta nerovestita all’uscita di una chiesa sperduta tra campi nebbiosi, ma, dobbiamo dire purtroppo, è stata pronunciata dal Giudice per i Minori del Tribunale di Granada, Emilio Calatayud, intervenuto in un dibattito televisivo riportato da El Mundo; pur scusandosi per la durezza del linguaggio, il giudice …

Continua a leggere »

Al Virgilio di Roma ci si sballa

Un’orgia aperta anche ai minori di 14 anni: si può fare a scuola? “Mamma, vado a scuola!”, grida sulla porta di casa Giulio, 14 anni il prossimo mese. “Studia, mi raccomando, stai attento e impegnati perché il liceo è difficile!” Risponde la mamma. E Giulio: “Sì, mamma, mi impegnerò tantissimo, perché oggi a scuola c’è un’orgia e faccio tardi”. Sembra …

Continua a leggere »

Ecco cosa insegnano i rapper

Come spacciare, drogarsi, uccidere, violentare, prendere l’AIDS Una recente indagine di Hope tra i partecipanti agli oratori estivi 2017 di età compresa tra gli 11 e i 13 anni ha consentito di gettare un fascio di luce sui loro idoli musicali: si è così scoperto che le femmine sono più interessate alle pop-star americane come Ariana Grande, Miley Cyrus, Selena …

Continua a leggere »

Ciuccio, pannolino e smartphone

Bambini drogati sul nascere, prede dei cacciatori di like In attesa del volo, passo due ore vicino a un bambino in ciuccio e pannolino con in mano lo smartphone di mamma: gli occhi incollati allo schermo, muove le piccolissime dita per non so quale operazione touch; la mamma gli si avvicina più volte per parlargli, ma viene allontanata dal piccolo con gesti e suoni che …

Continua a leggere »

Da Tocca qui a Maria Salvador

Le canzoni di J-Ax non vanno bene per i bambini. Lo “dice” J-Ax Non sono un fan di J-Ax anche se alcune sue canzoni sono musicalmente carine e fanno muovere per bene; neppure mi permetterei di dare un giudizio sulla persona che mi è pure umanamente simpatica. Vorrei piuttosto ringraziarlo perché alcune sue recenti dichiarazioni dal sapore autocritico ci confermano …

Continua a leggere »