Home » prima pagina

prima pagina

In Dante la Libertà è essere figlio, non schiavo

Una ricerca faticosa e inebriante nel cuore della Divina Commedia È indubbio che una delle tracce portanti della Divina Commedia sia il racconto della peregrinazione verso la libertà: “Or ti piaccia gradir la sua venuta: libertà va cercando”(Purg., I, 71-72). Premio della libertà riconquistata è la pace: “che, dietro i piedi di sì fatta guida,di mondo in mondo cercar mi si …

Continua a leggere »

Dante? Meglio di Vasco Rossi

Giovanni Zamponi è nell’elenco dei poeti neolirici del novecento (http://www.italian-poetry.org/). È insieme a Eugenio Montale, Edoardo Sanguineti, Luzi Mario. Tra qualche anno si studierà anche la poetica di Zamponi. Qualcuno, magari, andrà a ripescare gli articoli che Zamponi ha scritto per La Voce delle Marche e scriverà che è stato un collaboratore fedele, originale e poliedrico. Per le vacanze, che …

Continua a leggere »

Uno stimolo per i cattolici spesso demotivati e irrilevanti

Leggere il giornale come abitudine è importante, aiuta a riflettere, inoltre riesce a farci distogliere lo sguardo da tablet, cellulari e computer. Migliora il linguaggio e il leggere è anche darsi una buona dose di cultura, quindi fa bene. La lettura solitamente è un passatempo però, come la scrittura, serve anche per capire ciò che le persone attorno a noi …

Continua a leggere »

Mix di informazione e cultura

Caro Direttore, il nostro periodico d’informazione e cultura La Voce delle Marche compie dieci anni e io sono davvero onorata di far parte dello straordinario gruppo di lavoro che ogni mese con tanta dedizione e passione fa in modo che questo progetto si concretizzi. Tutto ciò non sarebbe possibile senza di te che con pazienza e amore ci trasmetti il …

Continua a leggere »

Lasciar agire le parole

Il mutare dei tempi ha cambiato il modo di sentire delle persone, erodendo sempre più profondamente il gruppo dei lettori e sostenitori de La Voce delle Marche. Negli ultimi anni il giornale ha attraversato fasi esistenziali diverse, con modi e forme mutate nel volgere di breve tempo, passando in fine dalla stampa su carta al formato digitale. Ho avuto modo …

Continua a leggere »

Scrivere per pensare e capire

Il mio primo articolo l’ho pubblicato il sedici aprile del 1988 sul periodico Il Cittadino di Monza e Brianza, quando abitavo a Giussano, direttore l’ing. Galbiati prima e Luigi Losa poi. L’amico Giovanni Trovato, che pubblicava sulla pagina di Verano Brianza, mi aveva chiesto di dare notizia di un convegno su don Milani, che si era tenuto proprio a Giussano …

Continua a leggere »

Cogliere le opportunità che i nuovi media offrono

La Voce delle Marche ha coinvolto un gruppo di persone che ha in comune il progetto di aiutare la diocesi fermana a pensare. La sfida, quasi prometeica, è quella di costruire una umanità, una società, una Chiesa capaci di riflettere e di elaborare un mondo a misura di persona trovando un giusto equilibrio tra contenuti di qualità e interesse del …

Continua a leggere »

Dal cartaceo al web: l’evoluzione del giornale Il cyberspazio è parte essenziale della vita

Già dagli anni ’90 nasceva l’idea che in un futuro prossimo ci sarebbe stata “un’evoluzione” e l’ideologia che si era diffusa in quegli anni è stata addirittura superata. Il fenomeno dei quotidiani on-line fa parte di questa evoluzione: diminuiscono i lettori dei giornali cartacei e aumentano quelli dei giornali in rete, affidandosi però ai medesimi e famosi giornali. Si può …

Continua a leggere »

Proposta: trasformare La Voce in un Blog in “presa diretta”

Dio solo lo sa quanti sono i periodici diocesani pubblicati in Italia da più di un secolo a questa parte. Ce ne sono di tutti i generi, animati da intenti differenti e orientati in varie direzioni. C’è però uno strano privilegio che li accomuna: la loro marginalità rispetto alla stampa “ufficiale”. Non dipendono da committenti che in qualche modo controllano …

Continua a leggere »

Chi scrive

Quanto tempo impieghiamo per inviare una mail? Quanto per rispondere ad un messaggio? O per leggere un documento? E quanto per informarci sulle ultime notizie nel mondo? La risposta è: assai poco. Con l’introduzione di Internet e dei nuovi supporti tecnologici, comunicare, lavorare ed informarsi non è mai stato più rapido. Ma non più semplice. Nel nuovo scenario tecnologico in …

Continua a leggere »