Home » Archivio tag: Nicola Del Gobbo

Archivio tag: Nicola Del Gobbo

Mani d’oro

“Ndò ndò è ‘n artista”. Antonio Del Gobbo, a Smerillo e dintorni, è conosciuto da tutti come una persona saggia, esperta in ogni campo, gran lavoratore e grande ingegno. Padroneggia il mestiere di falegname, di fabbro, di muratore, di piastrellista, di idraulico, di elettricista, di armiere, di meccanico. Non c’è casa in cui non sia entrato per riparare, costruire, restaurare, aggiustare, consegnare qualche manufatto. La sua vita è cominciata …

Continua a leggere »

SVEGLIATE IL MONDO

La vita religiosa non può rinunciare alla sua ricchezza carismatica. Se essa non è carismatica, semplicemente non è. In quanto tale essa è anche profetica, se per profezia si intende una lettura del presente con gli occhi di Dio, per scoprirne il suo disegno e trovare le vie della sua attuazione. Gli inizi carismatici sono vivi nella coscienza dei religiosi. …

Continua a leggere »

Don Bosco: due secoli di attualità

Giovanni Bosco nacque nel 1815, due secoli fa. Morì 73 anni dopo, nel 1888. La sua vita terrena si distende dunque per circa tre quarti del secolo XIX, segnato da rilevanti trasformazioni culturali, politiche, economiche, di costume, religiose. Dopo il Congresso di Vienna la società italiana ed europea subirono profonde e, per certi versi, radicali mutazioni.

Continua a leggere »

Germogli di… YES!

“Chiedo la tua disponibilità ad essere rettore del Seminario”. È stato un fulmine a ciel sereno. Con i molteplici impegni cui dover far fronte, non immaginavo di averne un altro. Eppure, convocato dal Vescovo in un venerdì di metà luglio, la proposta era lì. Pronta ad essere accolta o rifiutata. Non ero solo in episcopio. Erano seduti alla mia destra …

Continua a leggere »

La gioia di ri-unire

Chi critica, chi ha il dente sempre avvelenato contro qualcuno, chi, senza voler capire, si assurge a maestro, non costruisce. Disperde. Assomiglia a chi separa, a chi mette il bastone tra le ruote. Al diavolo. Parola proveniente dal greco: dia attraverso ballo metto. Diavolo vuol dire: separare, metter in mezzo, frapporre una barriera, creare fratture. Il diavolo allora è qualcosa …

Continua a leggere »

I molti volti della povertà

Si stava meglio quando si stava peggio. A questo fa pensare la foto di copertina. Le centomila lire di una volta, non più in circolazione, si trasformano in… povertà. Nel 1939 cantava Gilberto Mazzi “Se potessi avere mille lire al mese, senza esagerare, sarei certo di trovar tutta la felicità!”. Oggi non servono più neppure mille euro al mese per …

Continua a leggere »

In questo mondo di Santi

Mia madre è santa. Ne sono certo. Nessuno però sosterrà l’iter per la sua beatificazione e santificazione. Ma sono sicuro che lei mi sta aspettando a braccia aperte nell’aldi là, come mi ha aspettato a braccia aperte nell’al di qua. Come mia madre, chissà quanti altri, sante e santi, affolleranno il Cielo. Il libro dell’Apocalisse parla di “una moltitudine immensa, …

Continua a leggere »

Europa: non strappiamola

Il malumore contro la moneta unica è sempre più evidente. Potrebbe portare frutti amarissimi per gli europeisti convinti. Contro le politiche accentratrici dei burocrati di Bruxelles e Strasburgo in tanti, da tempo, invocano una consultazione popolare. Negli ultimi mesi, i segnali di euroscetticismo sono palesi, sinistri scricchiolii alle fondamenta di un progetto mai troppo solido. Eppure l’Italia è stata da …

Continua a leggere »

La camera 201

«Ho scelto di abitare qui, nella camera 201, perché quando ho preso possesso dell’appartamento pontificio, dentro di me ho sentito distintamente un “no”. L’appartamento pontificio nel Palazzo Apostolico non è lussuoso. È antico, fatto con buon gusto e grande, non lussuoso. Ma alla fine è come un imbuto al rovescio. È grande e spazioso, ma l’ingresso è davvero stretto. Si …

Continua a leggere »

Di fede in fede

L’anno della fede. L’anno di papa Benedetto e di papa Francesco. L’anno della Porta fidei, della Lumen fidei e della Evangelii gaudium. L’anno per rifondare e rinsaldare la sequela. In effetti più di un anno è ormai passato da quando Papa Benedetto XVI (ora Pontefice Emerito) annunziò alla Chiesa Universale l’indizione dell’anno della fede. Era l’11 ottobre 2012 e le …

Continua a leggere »