Home » Adolfo Leoni (pagina 10)

Adolfo Leoni

La vita non è solo arare, ma è fatta di montagne di sogni

Porto Sant’Elpidio: la storia di  Vito, da persona normale a malato di sla Questo è un racconto difficile. Il più difficile. È l’incontro con un dolore che non ha spento la voglia di vivere. Con una sofferenza, dura, quotidiana, che non ha soffocato amore e la libertà. È la storia di Vito con la sua famiglia: la moglie Daniela, i …

Continua a leggere »

RITRATTI: Benito Coltrinari

Il fiume Tenna scorre a poche decine di metri. La campagna è ancora verde. Poche le case. Benito Coltrinari lavora in una di queste. È qui dove, al primo piano dopo scale scandite quasi da un quadro (il suo) a gradino, ha allestito il laboratorio: macchina per cucire, libri d’arte, stoffe e abiti appesi. Abbigliamento per lo più rinascimentale. Benoit (il …

Continua a leggere »

Benvenuti a Torchiaro

Il paese de “lu curatu de lu trocchia’” ormai quasi abbandonato a se stesso Mattinata fredda giovedì 13 ottobre. La neve incappuccia da ieri i Sibillini. Non si suderà scendendo e salendo verso Torchiaro. All’altezza dell’azienda biologica Taurus lascio l’auto. Il cartello stradale indica 2km per l’ex comune oggi sotto Ponzano di Fermo. Ne sono più di tre. La discesa …

Continua a leggere »

RITRATTI: Cecilia Borrelli

Una monaca. Anzi: una Madre Badessa. A Fermo. L’incontro inizia nel monastero di San Giuliano in Viale Trento, confinante con la bella Villa Vitali. Ad aprirmi è una «sorella», sorridente. Accoglienza, prima di tutto. Tempo di guardare il giardino curato e la teca con le piccole icone che arriva Madre Cecilia Borrellli. Minuta, occhi azzurri mobilissimi che denotano una intelligenza …

Continua a leggere »

Un convito con varietà di sapori

«Dieta mediterranea»: è stato il tormentone del 2014 e 2015: da Porta a Porta all’Expo di Milano. Tutti a parlarne ma anche a sparlarne. Come fosse solo il bilancino del pranzo e della cena, il salutismo delle verdure, il jogging quotidiano e la tisana rilassante. Se ci mettiamo poi anche la meditazione profonda il gioco è fatto. Il pensiero unico …

Continua a leggere »

RITRATTI: Guglielmina Rogante

Ho conosciuto Guglielmina Rogante a Radio Fermo Uno. Alla rubrica del sabato “Mi ritorni in mente” arrivavano personaggi con racconti interessanti. Guglielmina incantò. Lei ha un sorriso dove mescola simpatia ed ironia, e una mente letteraria coniugante i grandi autori alle “piccole” cose: cibo, convivio, pranzo della festa… I suoi ricordi spaziano dagli scavi archeologici a Piane di Grottazzolina, ai …

Continua a leggere »

Cucina e buone maniere

Petritoli: a “La Scentella” cena con ricette storiche, teatro e musica Quante sorprese in Terra di Marca. Piacevoli. Gustose. Curiose. Disomologate. Andate di sera per la Valdaso, arrampicatevi sui colli, scendete per stradine tra alberi di fico, tigli, gelsi, ulivi e viti. E profumo di intensa lavanda. Che è la prima cosa che arriva anche se fuori tempo massimo. Qui …

Continua a leggere »

RITRATTI: Alessandra Sbrolla

Ho incontrato una sibilla. Di quelle moderne. Detentrici di un sapere antico tramandato: la tessitura, la conoscenza delle erbe naturali con cui tingere la lana. Si chiama Alessandra Sbrolla, è biologa e botanica. Abita tra Piane di Falerone e Falerone capoluogo. Contrada Madonna delle Camminate per l’esattezza, contrada Pozzo per tutti gli altri. A piano terra, una stanza quadrata dalle …

Continua a leggere »

L’economia che tira

Ai tempi della grande battaglia per la provincia di Fermo c’era un vanto. Si rimarcava come il territorio fermano avesse un’azienda ogni 7-8 persone. Ne erano operative circa 22 mila. Oggi la situazione è cambiata. Dalla crisi alla trasformazione. Ma, in definitiva, neppure troppo. Al 30 giugno scorso, le imprese iscritte alla Camera di Commercio di Fermo erano 21.844. Va …

Continua a leggere »

Una Chiesa senza chiese

Inagibili molti luoghi di culto dell’arcidiocesi fermana A Garulla di Amandola è venuta giù la chiesa. A Casalicchio, nell’abbazia dei Santi Vincenzo e Anastasio, i cinque frati francescani hanno lasciato le celle al primo piano per vivere nella parte a terra che il terremoto non ha toccato. Preoccupa la vela campanaria. Anche le suore dello stesso ordine di Montegiorgio hanno …

Continua a leggere »