Home » Ex Cathedra (pagina 4)

Ex Cathedra

La forza dell’amore

Parole forti, esigenti quelle che leggiamo nel Vangelo di questa domenica. Matteo riporta un’altra parte, l’ultima, del discorso missionario di Gesù; parla ai suoi discepoli, ma se vogliamo parla a tutti noi, per indicare la strada di quell’andare nel mondo, per essere testimoni della novità cristiana. Certo ci sono fatiche e sofferenze, dice sempre Matteo, ma chi compie questa scelta …

Continua a leggere »

Angeli dal volto umano e vicini a noi

Angeli dal volto e dal cuore umano. Compagni di viaggio, nel battesimo e nel momento in cui scegliamo di dire “per sempre” con il matrimonio. Sono i santi, ai quali Papa Francesco ha dedicato l’udienza di oggi, che si è svolta alla presenza di 12mila persone e si è conclusa con un “sincero apprezzamento” per la campagna “Ero straniero”, promossa …

Continua a leggere »

Dio non è Dio senza l’uomo

Dedicata alla paternità di Dio, come sorgente della nostra speranza, l’udienza del Papa, pronunciata davanti a 15mila persone. Alla fine, un appello a pregare per la pace: cristiani, ebrei e musulmani “Il Signore pregava”, e c’era qualcosa di affascinante nel suo immergersi in preghiera, specialmente la mattina e la sera. Così, quando i suoi discepoli gli chiedono il suo segreto, …

Continua a leggere »

Emmaus siamo noi

I discepoli di Emmaus siamo noi. Perché è lì, su quella strada, che è nata la “terapia della speranza”. E il terapista è Gesù. Si può riassumere così l’udienza di oggi, dedicata all’episodio evangelico narrato da Luca. Tutto comincia con un incontro che sembra essere del tutto fortuito, il racconto del Papa. Emmaus assomiglia a uno dei tanti incroci che …

Continua a leggere »

Sperare, aprire, partire

Ricordando i 150 anni di storia dell’AC Ci sono tre verbi nel brano del Vangelo di Luca dei discepoli sulla strada di Emmaus: sperare, aprire, partire. Tre verbi che si possono coniugare ricordando i 150 anni di storia dell’Azione Cattolica Italiana, appuntamento vissuto in piazza san Pietro con Papa Francesco, secondo appuntamento in quattro giorni. Il racconto evangelico dei discepoli …

Continua a leggere »

Appuntamento nella piazza del cielo

Dedicata alla figura di Abramo Due piazze: quella del consueto appuntamento del mercoledì e quella del cielo, dove ci incontreremo tutti per sempre. Ad evocarle è stato Papa Francesco, nell’udienza dell’ultimo mercoledì di marzo, pronunciata di fronte a 13mila persone e dedicata alla figura di Abramo, “padre di tutti i popoli” e “padre della speranza”. Alla fine, un appello per …

Continua a leggere »

L’amore non è una telenovela

Dedicata alla “speranza che non delude”  Amare è una faccenda seria, e a volte rischiamo che il nostro amore sia “una telenovela”. A pronunciare un forte “no” contro l’ipocrisia, che può annidarsi ovunque, anche nel nostro modo di amare, è stato il Papa, nella catechesi dell’udienza generale di oggi, cominciata con un fuori programma: tra i 12mila fedeli presenti in …

Continua a leggere »

Quaresima: cammino di speranza

La Quaresima è un “cammino di speranza, un cammino verso Gesù risorto”. A spiegarlo ai 10mila fedeli presenti oggi in piazza San Pietro è stato il Papa, che nella catechesi del Mercoledì delle Ceneri ha ricordato che la Quaresima è stata istituita nella Chiesa come tempo di preparazione alla Pasqua, e che tutto il senso di questo periodo di quaranta …

Continua a leggere »

La pace è un dono

Dedicata alla “speranza che non delude”  “Sono sicuro, Dio mi ama”. È l’esercizio chiesto dal Papa ai circa 7mila fedeli che hanno gremito l’Aula Paolo VI per l’udienza generale. “È facile dire Dio ci ama”, molto più difficile averne la sicurezza, ha spiegato Francesco ribadendo che “la speranza non delude mai”. È vero, quelli che si vantano “li chiamano pavoni”, …

Continua a leggere »