Home » prima pagina (pagina 29)

prima pagina

Scrivere per pensare e capire

Il mio primo articolo l’ho pubblicato il sedici aprile del 1988 sul periodico Il Cittadino di Monza e Brianza, quando abitavo a Giussano, direttore l’ing. Galbiati prima e Luigi Losa poi. L’amico Giovanni Trovato, che pubblicava sulla pagina di Verano Brianza, mi aveva chiesto di dare notizia di un convegno su don Milani, che si era tenuto proprio a Giussano …

Continua a leggere »

Cogliere le opportunità che i nuovi media offrono

La Voce delle Marche ha coinvolto un gruppo di persone che ha in comune il progetto di aiutare la diocesi fermana a pensare. La sfida, quasi prometeica, è quella di costruire una umanità, una società, una Chiesa capaci di riflettere e di elaborare un mondo a misura di persona trovando un giusto equilibrio tra contenuti di qualità e interesse del …

Continua a leggere »

Dal cartaceo al web: l’evoluzione del giornale Il cyberspazio è parte essenziale della vita

Già dagli anni ’90 nasceva l’idea che in un futuro prossimo ci sarebbe stata “un’evoluzione” e l’ideologia che si era diffusa in quegli anni è stata addirittura superata. Il fenomeno dei quotidiani on-line fa parte di questa evoluzione: diminuiscono i lettori dei giornali cartacei e aumentano quelli dei giornali in rete, affidandosi però ai medesimi e famosi giornali. Si può …

Continua a leggere »

Proposta: trasformare La Voce in un Blog in “presa diretta”

Dio solo lo sa quanti sono i periodici diocesani pubblicati in Italia da più di un secolo a questa parte. Ce ne sono di tutti i generi, animati da intenti differenti e orientati in varie direzioni. C’è però uno strano privilegio che li accomuna: la loro marginalità rispetto alla stampa “ufficiale”. Non dipendono da committenti che in qualche modo controllano …

Continua a leggere »

Chi scrive

Quanto tempo impieghiamo per inviare una mail? Quanto per rispondere ad un messaggio? O per leggere un documento? E quanto per informarci sulle ultime notizie nel mondo? La risposta è: assai poco. Con l’introduzione di Internet e dei nuovi supporti tecnologici, comunicare, lavorare ed informarsi non è mai stato più rapido. Ma non più semplice. Nel nuovo scenario tecnologico in …

Continua a leggere »

Scriviamo da anni

Formano un cuore. Sono i collaboratori de La Voce delle Marche. Hanno, per 10 anni, diffuso nel corpo diocesano interrogativi, idee, pensieri, suggerimenti, punti di vista, notizie, “buona notizia”. Hanno, come il cuore, pompato la linfa della Vite senza la quale ogni tralcio secca e viene bruciato. Sono persone, uomini e donne, sacerdoti e laici, che hanno resistito, hanno tenuto …

Continua a leggere »

Dieci pregiudizi o luoghi comuni sui migranti

LEGGENDA n°1 Ci portano le malattie Nel corso di oltre dieci anni di attività mediche in Italia, MSF non ha memoria di un solo caso in cui la presenza di immigrati sul territorio sia stata causa di un’emergenza di salute pubblica. LEGGENDA n°2 Li trattiamo meglio degli italiani Più del 70% dei richiedenti asilo è attualmente ospitato in strutture temporanee …

Continua a leggere »

I rifugiati in cifre: la parola ai numeri

Quanti sono i rifugiati in Italia? Cioè, quanti, fuggiti dal proprio paese perché vittime di persecuzioni, hanno ricevuto risposta positiva in questi anni alla domanda di protezione? E negli altri paesi europei, sono di più o di meno che da noi? È corretto parlare di invasione? E poi, l’Europa è davvero un continente sotto assedio? Un recente sondaggio in Grecia …

Continua a leggere »

“Abbiamo avuto la fortuna di nascere in Italia”

Circa 1500  persone giunte da tutta la Regione alla manifestazione “Fermi contro il razzismo” organizzata in concomitanza con l’anniversario della morte del migrante nigeriano  Emmanuel Chidi Nnamdi. Alle 19 del 5 luglio, l’appuntamento da piazza Dante, all’ingresso della città, con l’inizio del composto corteo di cori, bandiere e decine di associazioni che hanno dato la propria adesione all’evento insieme alle principale …

Continua a leggere »

Fermo dice NO al razzismo

È negli occhi di Buba, 24 anni, originario del Gambia, il significato della manifestazione in memoria del suo amico Emmanuel Chidi Nnamdi, il migrante nigeriano morto il 5 luglio di un anno fa in seguito alla colluttazione con il fermano Amedeo Mancini, che aveva detto «scimmia» alla moglie Chinyere. Buba ieri era lì, a Fermo, come tanti altri suoi amici, …

Continua a leggere »