Home » prima pagina » “Finita l’emergenza prepariamoci con un programma di rilancio”

“Finita l’emergenza prepariamoci con un programma di rilancio”

Stampa l articolo

Il quadro della situazione economica con l’analisi della Cna.

Per ripresa economica intendiamo l’incremento dell’attività economica di un settore o di tutto un sistema economico che succede a una fase di ristagno o di depressione. In questo momento possiamo parlare di ripresa economica?
Da un punto di vista concettuale attraversiamo un periodo profondamente incerto rispetto alle limitazioni in vigore e a quelle che ci si prospettano. C’è paura di una nuova chiusura totale che sarebbe disastrosa per l’economia. Viviamo nel dilemma perenne se viene prima la tutela della salute o quella dell’economia con la consapevolezza che non si tutela l’economia senza salvaguardare la salute.
Per capire che di ripresa economica, almeno ad oggi, non si può parlare guardiamo alcuni indici che restituiscono un’idea dello stato di salute di diversi settori. Una sorta di fotografia che prende in esame alcuni dati macroeconomici nazionali.
1) Traffico Aereo: Numero di voli commerciali interni e Italia con estero (indice importante per verificare l’internazionalizzazione). Dal fine Febbraio ad oggi siamo ad un terzo dei numeri del 2020 per i voli all’estero e alla metà per i voli interni. Fonte Radarbox
2) Scambi commerciali tra Italia e estero: Nel mese di Luglio 2020 rispetto al mese di Luglio 2019 in Europa importazioni -11,52 %, esportazioni -6,44%; Extra UE importazioni -17,46%, esportazioni -8,08% (Dati Istat)
3) Cassa Integrazione, ore autorizzate: Più 2.802 % rispetto all’autunno 2019. Fonte Inps
4) Occupazione totale e giovanile: Tra febbraio e giugno, circa mezzo milione di lavoratori ha perso il proprio posto di lavoro, nonostante lo stop ai licenziamenti ancora in vigore. Un primo segnale di ripresa è stato registrato a luglio, anche se particolarmente flebile. (Dati Istat)

Risulta quindi chiaro che di ripresa economica, finchè vige l’incertezza nella tutela della salute pubblica, non si riesce a parlare in maniera precisa. Dobbiamo però essere pronti a quando ci saremo liberati da quest’incertezza con un programma di rilancio del tessuto economico basato su nuove politiche fiscali, taglio di burocrazia, sostegno della legalità e progettualità condivisa e interconnessa. Si parla tantissimo di risorse in arrivo. Solo se queste risorse entreranno nelle tasche delle imprese, soprattutto le più piccole, e dei lavoratori e non si fermeranno da altre parti o non risulteranno sempre troppo difficili da prendere, si potrà parlare di ripresa economica. •

Alessandro Migliore, Direttore generale Cna territoriale di Fermo

About la redazione

Vedi anche

La spiritualità della Terra

A Penna San Giovanni convegno-evento dedicato alla Festa del Creato. Nuovi spunti di riflessione intorno …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: