Home » theo » Don Bosco e Fermo

Don Bosco e Fermo

Stampa l articolo
donboscoNel 2015 cade il bicentenario della nascita (1815) di don Bosco. Tutta la Famiglia Salesiana è impegnata da tre anni per celebrare degnamente l’evento. Nel 2012 è stata approfondita la vita di don Bosco rileggendo le “Memorie dell’Oratorio”, pubblicate a cura della Università Salesiana. Nel 2013 è stata rivisitata la pedagogia del prete torinese attraverso la lettura delle tre vite dei ragazzi dell’Oratorio di Valdocco: Domenico Savio, Michele Magone e Francesco Besucco.

Nel 2014 sarà rivista la spiritualità del santo dei giovani, attraverso la lettura di una antologia di scritti editi ed inediti di don Bosco. I tre libri sono stati curati tutti da Aldo Giraudo, storico ed insegnante presso l’Università Salesiana, e contengono tre saggi introduttivi sempre dello storico salesiano. Il prof. Giraudo è una vecchia conoscenza dell’Opera Salesiana di Civitanova Marche in quanto invitato, Sabato 16 ottobre 2010, presso il cine teatro “Conti”, nell’ambito di un ciclo di conferenze che avevano per tema “Altri Risorgimenti”, tesi a ripercorrere i cento cinquant’anni dell’unità d’Italia. In quella occasione, il prof. tenne una conferenza dal titolo “Don Bosco e l’emergenza socio – educativa nel periodo risorgimentale per la formazione di onesti cittadini e buoni cristiani”.

La conferenza è possibile scaricarla in video dal sito www.centrostudicivitanovesi. it , unitamente a tutte le altre. Dal 25 aprile 2009 fino al 31 gennaio 2015, l’urna contenente le reliquie di San Giovanni Bosco percorrerà i cinque continenti, attraversando i 130 paesi nei quali è presente il carisma salesiano. L’urna di don Bosco sosterà a Civitanova Marche, venerdì 25 ottobre 2013 dalle ore 9,00 fino alle 7,30 del giorno successivo. Nella Parrocchia San Marone si è messa in moto tutta la macchina organizzativa per l’accoglienza, il coinvolgimento delle autorità civili, di tutte le scuole cittadine e delle parrocchie, per le celebrazioni, per la veglia di preghiera ed onorare nel migliore dei modi la visita dell’urna. In tale occasione sarà possibile anche visitare la mostra itinerante su don Bosco, che verrà allestita nella chiesa di San Marone.Il programma dettagliato dell’evento verrà dato in seguito, quando sarà definito in modo definitivo.

Su “La Voce delle Marche” verranno pubblicati, periodicamente, alcuni articoli che ripercorreranno alcune pagine di storia locale, relative ai contatti che don Bosco ebbe con la diocesi di Fermo, soffermandosi in particolare sul carteggio con il cardinale Filippo De Angelis, sull’incontro occasionale avvenuto, nel vecchio seminario, con il convittore Domenico Svampa, futuro cardinale di Bologna e grande amico dei Salesiani. Saranno oggetto di indagine anche la conoscenza e la percezione della figura di don Bosco nelle parrocchie, attraverso la pubblicazione di articoli, libretti, quelli soprattutto a ridosso dell’anno della beatificazione (1929) e della canonizzazione (1934), le parrocchie, le vie, piazze, scuole, lapidi, centri sportivi, cappelle, statue dedicate a don Bosco, lo spazio dato, nel seminario, alla conoscenza del santo dei giovani, con il catalogo di libri, riviste, film, diapositive su don Bosco o anche più semplicemente quale importanza avevano la figura e la festa di San Giovanni Bosco, che cade al 31 gennaio di ogni anno, nella formazione dei giovani. •

Raimondo Giustozzi

About Raimondo Giustozzi

Vedi anche

Il quotidiano “Avvenire” racconta la storia di Di Ruscio emigrante fermano ad Oslo

Luigi Di Ruscio partì da Fermo nel 1957 per Oslo, dove restò 54 anni fino …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: