Home » voce ecclesiale » Seminario » Chierici in campo
Fermo: sport in Seminario

Chierici in campo

Stampa l articolo

Fermo: in seminario non solo studio e preghiera, ma anche sport e agonismo

Si è svolto nel pomeriggio di giovedì 14 dicembre a Fermo il torneo di calcetto che ha visto protagonisti gli studenti dell’Istituto Teologico Marchigiano di Fermo, in particolare i ragazzi del Seminario Arcivescovile di Fermo, quelli dei seminari missionari Redemptoris Mater di Macerata e Ascoli Piceno e i membri della comunità “Il Mandorlo”. Prima dell’incontro sul campo da gioco, tutti i partecipanti hanno pregato l’ora media nella Cappella del seminario di Fermo insieme al rettore Don Nicola Del Gobbo. Quindi, in un bel clima di fraternità, hanno pranzato in refettorio. Alle 14.30 è iniziata la sfida. Sul campo all’interno del seminario si sono fronteggiate tre squadre capitanate da Michele Gradozzi del seminario di Fermo, Fabio Trobbiani della comunità “Il Mandorlo” e Pietro Basenghi del seminario missionario Redemptoris Mater di Macerata. Ogni capitano ha scelto a turno un giocatore ed è stato bello constatare che le squadre risultavano composte da studenti di provenienza diversa. Ogni partita è durata 30 minuti, con due tempi da 15 ognuno.
La prima è rimasta equilibrata fino alla metà del secondo tempo, quando i fratelli Luzi del seminario Redemptoris Mater di Macerata e Fabio Trobbiani della comunità “Il Mandorlo” hanno preso sulle spalle la propria squadra rimontando lo svantaggio di 2 a 1, approfittando del calo fisico degli avversari.
Da segnalare la rete del momentaneo 1 a 1 firmata da Gradozzi, che con una prodezza balistica da centrocampo, ha gonfiato la rete difesa dal confratello Capriotti, rimasto colpevolmente fuori dai pali. Combattuto anche il secondo match, nel quale la squadra di Basenghi è riuscita a imporsi per 4 a 3 sulla perdente della prima gara, in evidente mancanza di ossigeno. Da segnalare la sontuosa prestazione del murciano Josè Fernandez Romera del Redemptoris Mater di Macerata, che ha messo a segno una tripletta. Nella finale la squadra di Basenghi si è imposta su quella di Trobbiani per 5 a 1. Risultato ingeneroso visto che a 10 minuti dalla fine le squadre erano ancora sull’1-1. Il gol del momentaneo pareggio è stato realizzato da un rapace Capriotti, che si è riscattato dall’errore precedente. Infatti con un movimento alla Pippo Inzaghi, è riuscito a intercettare un preciso assist del capitano Trobbiani e perforare la rete. Ma purtroppo per loro, l’elevatissimo tasso tecnico degli avversari alla lunga ha avuto la meglio.
Da segnalare la prestazione maiuscola del reatino Pietro Basenghi del Redemptoris Mater di Macerata che, dall’alto della sua esperienza, ha preso per mano la squadra e l’ha portata alla vittoria segnando anche una doppietta. Il torneo si è concluso con una abbondante merenda. Al di là del risultato, e della scherzosa cronaca delle partite, è stato davvero bello toccare con mano lo spirito di fratellanza e di amicizia che lega studenti provenienti da istituti diversi. •

I Seminaristi di Fermo

About la redazione

Vedi anche

Diacono, accolito: chi sono

7 ottobre: tutti in duomo alle ore 18 per il diaconato di Luca Montelpare e …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: