Home » Archivio tag: editoriale (pagina 4)

Archivio tag: editoriale

Suor Cristina alla GMG in Diocesi

Suor Cristina

La Giornata mondiale della gioventù (GMG) è un’iniziativa voluta da Papa Giovanni Paolo II e consiste in un incontro internazionale dei giovani cattolici. Giovanni Paolo II disse che tali giornate in realtà sono state create non da lui ma dagli stessi giovani. Le GMG sono sempre un’occasione bella in cui i giovani assumono un ruolo attivo nella chiesa e nel mondo. Nel tempo, tali giornate, sono divenute un’esperienza spirituale affidata alle mani dei ragazzi e sono cresciute, secondo la grazia di Dio, …

Continua a leggere »

SVEGLIATE IL MONDO

La vita religiosa non può rinunciare alla sua ricchezza carismatica. Se essa non è carismatica, semplicemente non è. In quanto tale essa è anche profetica, se per profezia si intende una lettura del presente con gli occhi di Dio, per scoprirne il suo disegno e trovare le vie della sua attuazione. Gli inizi carismatici sono vivi nella coscienza dei religiosi. …

Continua a leggere »

Don Bosco: due secoli di attualità

Giovanni Bosco nacque nel 1815, due secoli fa. Morì 73 anni dopo, nel 1888. La sua vita terrena si distende dunque per circa tre quarti del secolo XIX, segnato da rilevanti trasformazioni culturali, politiche, economiche, di costume, religiose. Dopo il Congresso di Vienna la società italiana ed europea subirono profonde e, per certi versi, radicali mutazioni.

Continua a leggere »

Rinfreschiamo il Battesimo

È un piacere offrire alcune parti inedite della visione del sacramento del battesimo che il prof. Elmar Salmann presentò nel 2004, all’interno del corso “Esperienza e credibilità della redenzione come processo e mediazione metaforici”, dato all’Università Gregoriana. Ancora oggi sono particolarmente contento di aver frequentato tra il 2004 e il 2006 quattro corsi del Prof. Salmann, un teologo allora pochissimo …

Continua a leggere »

Germogli di… YES!

“Chiedo la tua disponibilità ad essere rettore del Seminario”. È stato un fulmine a ciel sereno. Con i molteplici impegni cui dover far fronte, non immaginavo di averne un altro. Eppure, convocato dal Vescovo in un venerdì di metà luglio, la proposta era lì. Pronta ad essere accolta o rifiutata. Non ero solo in episcopio. Erano seduti alla mia destra …

Continua a leggere »

Passi di speranza

Credo che sia partita, almeno come possibilità, nel pensiero umano, da una constatazione e da uno sblocco. L’agire dell’uomo è in larga misura sovrapponibile all’agire degli animali. Il lupo uccide, l’uomo uccide. La volpe ruba, l’uomo ruba, il leone si accoppia con harem di leonesse, il maschio dell’uomo si accoppia volubilmente con femmine a piacere. Eppure… v’è stato un “momento” …

Continua a leggere »

Il Vangelo va a piedi

Quando? Dove? Come? Ma soprattutto: Perché? Sembra quasi la parafrasi di una recente pubblicità che imperversa sui nostri teleschermi! Ogni volta che si fa un esperienza di cammino, molte sono le domande che poniamo a noi stessi e che ci vengono dagli altri. Sia esso legato ad un’escursione più o meno turistica, al trekking, ad un pellegrinaggio, ad una manifestazione …

Continua a leggere »

La gioia di ri-unire

Chi critica, chi ha il dente sempre avvelenato contro qualcuno, chi, senza voler capire, si assurge a maestro, non costruisce. Disperde. Assomiglia a chi separa, a chi mette il bastone tra le ruote. Al diavolo. Parola proveniente dal greco: dia attraverso ballo metto. Diavolo vuol dire: separare, metter in mezzo, frapporre una barriera, creare fratture. Il diavolo allora è qualcosa …

Continua a leggere »

L’ultima crisi e/o la crisi ultima?

Agli albori della nostra storia, un poeta e filosofo, che consideriamo antichissimo, proclamava: “Varcata la terra / vengono in dono le stelle”. Era Anicio Manlio Severino Boezio (De consolatione philosophiae, Libro IV, metro 7) che, in un mondo in dolorosa e drammatica gestazione, fra rovine presenti e costruzione ancora futura, mentre crollava il cosmo greco-romano, ed era ancora tutto da …

Continua a leggere »

Suor Accoglienza – Editoriale

Solo emergenziale e senza alcun progetto di integrazione. E ora il “meccanismo automatico” gestito dal governo attraverso le prefetture cambierà passo con un appalto basato sullo sconto più alto. Non è possibile continuare così. I continui sbarchi di migranti in Italia pongono seri problemi di accoglienza. Il meccanismo è diventato quasi “automatico”. Il ministero dell’Interno comunica alle 103 prefetture d’Italia …

Continua a leggere »