Home » prima pagina » Il giorno inizia a Santa Marta

Il giorno inizia a Santa Marta

Stampa l articolo

Civitanova Marche: persona, famiglia, comunità e città.

Carissimi, Pace e Gioia nel Signore Risorto!
Con piacere partecipiamo all’iniziativa lanciata dal periodico La Voce delle Marche. Questo e un tempo “speciale”, non solo in negativo, e tantissimi sarebbero i motivi da segnalare, vorremmo condividere alcuni aspetti positivi che riguardano la nostra persona, famiglia, comunità e città.
– La mia persona. Era da tempo che avevo espresso il desiderio di poter partecipare alla messa del S. Padre a S. Marta senza mai riuscirci. Avevo utilizzato vie “lecite” come quella di poter accompagnare, a suo tempo, Don Nazzareno Orlandi in occasione del suo 63° anno di Sacerdozio e vie “illecite” utilizzando varie amicizie. Il tutto purtroppo senza esito. Oggi, a causa di questo evento, mia moglie ed io iniziamo la giornata alle ore 7 concelebrando con il S. Padre, evitando viaggi, attese e permessi vari. Seguiamo con gratitudine le iniziative in diretta collegandoci al sito della nostra Diocesi, le buone trasmissioni che edificano lo Spirito e la persona attraverso Sat2000 e sintonizzandoci con la Parrocchia di Medjugorje riviviamo alcuni momenti di preghiera
– La mia famiglia. Per quanto riguarda la nostra vita di coppia, non avendo figli naturali, ci relazionavamo con tantissimi amici, più o meno giovani, conosciuti nel tempo attraverso pellegrinaggi, vita parrocchiale e sociale. Oggi siamo loro vicini con i mezzi tecnologici, che, se ben utilizzati, sono una grande benedizione.
– La mia Comunità. Preghiera e Comunione Spirituale rafforzano le povertà che ci accompagnano nel vivere la comunione fraterna. Grazie al nostro Parroco don Piero, ci siamo attivati, con la disponibilità di alcuni volontari e scout, a servire, per quanto possibile, situazioni di solitudine, di povertà e scoraggiamento.
– La mia Città. Ridurre al minimo le “osservazioni critiche” e valorizzare l’impegno Politico, Sanitario e Sociale, nonché di Volontariato, dove ci sentiamo tutti fratelli e sorelle che navigano sulla stessa barca.
Consapevoli della gravità della situazione attuale, unitamente a tutta la Chiesa innalziamo la nostra “povera” preghiera per la salvezza delle anime, per un ritorno prossimo alla vita sociale e per quanti sono chiamati a decisioni delicate e importantissime.
Doveroso un grazie ai Sacerdoti, Medici e Operatori tutti, per il servizio che si rivela grande testimonianza di Carità.
Intercedente Maria, “Regina della Pace” supplichiamo la Pace, perchè, partendo dai nostri cuori, raggiunga quei popoli e quelle nazioni dove in molti “non hanno ancora conosciuto l’Amore di Dio“.
Sposa del Giusto Giuseppe prega con noi, su noi, per noi e per il mondo intero. •

Mario e Giovanna Elisei

About la redazione

Vedi anche

Marche, 9702 imprese in crisi per gli effetti della pandemia

L’analisi della Camera di Commercio delle Marche. Un quadro dalle tinte forti quello dipinto dal …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: