Home » prima pagina » CPP San Marone
Il porto della città (foto dal sito www.turismo.comune.civitanova.mc.it)

CPP San Marone

Stampa l articolo

Come è andato il rinnovo a Civitanova Marche

Anche la parrocchia San Marone di Civitanova Marche ha rinnovato gli organismi di partecipazione alla vita della parrocchia: il Consiglio Pastorale Parrocchiale e quello per gli Affari Economici. Nel primo sono entrati a farvi parte persone più giovani rispetto al vecchio consiglio pastorale. Sono catechiste e catechisti per la Scuola Elementare e Media, animatrici e animatori del Savio Club e dell’Agesci. Altri membri provengono dai Salesiani Cooperatori, Ex Allievi don Bosco, Adma e Salesiana Vigor. Una parrocchia retta dai figli di don Bosco non può non avere la presenza di associazioni salesiane come quelle citate. Altre “forze vive” vengono dalla Caritas, dal Coro San Marone, dal gruppo Pastorale per la salute, per la Pastorale famigliare, ministri per la comunione e referente del Centro Pastorale don Bosco. Sei membri sono stati designati dal parroco. Componenti di diritto del Consiglio Pastorale Parrocchiale sono: il parroco don Waldemar Niedziolka, don Giuseppe Bogato, don Renato Pinna, don Ezio Rossi, sacerdoti salesiani. Tutto il Consiglio Pastorale Parrocchiale è composto da ventisei persone, due in meno rispetto al vecchio Consiglio.
La partecipazione fattiva nelle istituzioni laiche o religiose è il sale della vita. “La libertà non è star sopra un albero / Non è neanche il volo di un moscone / La libertà non è uno spazio libero / Libertà è partecipazione” (G. Gaber, la libertà). Sono versi di una ben nota canzone di Giorgio Gaber, che ha accompagnato parte della mia gioventù e quella di altri. Certo non è un canto religioso, ma è difficile dire dove finisca la dimensione religiosa e inizi quella laica. Abbiamo bisogno di vivere intensamente l’una e l’altra, come laici cattolici, impegnati su più fronti. Parla di partecipazione e tanto basta.
Per dare voce a chi si affaccia per la prima volta in questo organismo di partecipazione parrocchiale, ho contattato una giovane della Parrocchia San Marone.
“Mi chiamo Maria Meschini, ho 28 anni e sono un’insegnante di Matematica. Fin da piccola ho frequentato l’oratorio della mia parrocchia e già dalle elementari sono entrata a far parte del gruppo Savio Club. Con il passare degli anni, ho scoperto in questo gruppo un luogo prezioso per la mia crescita umana e cristiana e ho incontrato molti amici con cui condividere il mio cammino spirituale. Così ho deciso di impegnarmi in prima persona come animatrice, dedicandomi ai più piccoli, perché anche loro potessero scoprire la bellezza della vita vissuta in amicizia con Gesù.
Da due anni, tuttavia, per motivi di lavoro, ho iniziato a svolgere un altro servizio per questa comunità, per me più adatto, dedicandomi alla catechesi per il gruppo elementari. Anche in questo nuovo impegno, sto scoprendo l’importanza di mettersi a servizio e di stare in mezzo ai ragazzi, accompagnandoli durante la loro esperienza di incontro con il Signore.
Qualche mese fa, don Waldemar mi ha chiesto di entrare a far parte del Consiglio Pastorale Parrocchiale e, pur rendendomi conto dell’impegno che avrebbe comportato, non ho esitato a dare la mia disponibilità. Per me è una nuova occasione per mettermi a servizio degli altri, cercando, nel mio piccolo, di fare la differenza, portando le istanze dei giovani e provando ad aiutare la parrocchia a capire quali scelte prendere perché i giovani si sentano sempre più accolti ed amati come in una famiglia”. •

About Raimondo Giustozzi

Vedi anche

Aperto per ferie

Venti20 di novità: l’oratorio di San Marone al tempo del Coronavirus. Sul calendario duemila venti …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: