Home » Archivio tag: Amandola

Archivio tag: Amandola

Adesso li riconosco

Amandola: i responsabili del gruppo giovanissimi hanno trovato la chiave. Nell’era dei tablet e dei cellulari, nell’era in cui si ripete continuamente che non ci sono più relazioni interpersonali vere ed autentiche, sono proprio le relazioni le cose che mi mancano di più in questo periodo buio della storia dell’umanità. Gli abbracci e i sorrisi dei nipoti, gli “scontri” con …

Continua a leggere »

Al lavoro abbiamo scoperto di volerci bene

La realtà della fabbrica non è sempre semplice. L’officina era stata chiusa già a metà marzo, mentre noi impiegati, purtroppo, per esigenze legate all’amministrazione, abbiamo continuato a lavorare. Io, nello specifico, per le incombenze fiscali, il pagamento dei salari e le pratiche da sbrigare in banca. Sono andata anche la scorsa settimana, a giorni alterni, vivendo un grande disagio, poiché …

Continua a leggere »

I bambini, vicini ma lontani

Amandola: le maestre del nido a fianco dei genitori. “Ciao bimbi… oggi cantiamo una canzone!”. Noi educatrici dell’asilo nido “Bimbi a bordo” di Amandola, abbiamo iniziato questa quarantena con questa frase. Abbiamo mandato alle mamme un video in cui cantavamo una canzone che eravamo solite con i bimbi fare all’asilo, un modo per essere con loro anche se siamo lontani. …

Continua a leggere »

La storia coperta dalle erbacce

Amandola: verso il monastero dei benedettini La costa è incandescente. Scelgo di nuovo la montagna. È da tempo che non salgo al monastero dei santi Vincenzo e Anastasio. Attraverso Amandola, scegliendo la strada del vecchio trenino, che evita il centro storico. È bianca, polverosa, piena di buche, ma suggestiva. Superato il camposanto, dopo un po’ si gira a destra. Ci …

Continua a leggere »

Monache a prova di sisma

Marnacchia: il rifugio delle benedettine di Amandola La destinazione era un’altra. Capita però che qualcosa attragga di più e si cambi meta. L’Abbazia dei santi Vitale e Ruffino resta sempre di una suggestione unica. Lascio l’auto, faccio un giro, la chiesa è chiusa, e prendo a piedi per Marnacchia: un promontorio che si slancia su Amandola. Tre chilometri tra vegetazione …

Continua a leggere »

L’azienda non demorde

Amandola: gravi disagi e insidiosi pericoli stimolano la resilienza.  Terremoto, zone rosse, case danneggiate, sfollati. Ad Amandola succede anche altro. Che il sisma abbia, ad esempio, divelto le condutture idriche e che l’acqua abbia allagato interi campi. Il primo intervento del Consorzio idrico non ha risolto. È quanto accade nella campagna che costeggia l’antica strada romana che da Amandola conduce …

Continua a leggere »

Artieri della luce

Amandola: la Gibas, un’azienda di artigianato di qualità radicata in montagna Lavoro. Montagna. Terremoto. I primi due elementi si sposano bene: agro-alimentare e artigianato sono lì a dimostrarlo. Il terzo invece li danna tutti. Ma al terzo si reagisce. Come hanno fatto alla Gibas di Amandola. Non un’impresa industriale, ma un’azienda di artigianato di qualità nata nel 1959, radicata in …

Continua a leggere »

Viaggio per i monasteri dopo il terremoto

Venerdì 26 agosto. Il cielo è turchino. L’area di prima mattina è fresca. Ho deciso un viaggio per i nostri monasteri. Avevo già telefonato il giorno successivo al sisma. Paura tanta, danni più o meno gravi. Voglio essere presente, portare amicizia. A Santa Vittoria in Matenano le monache hanno distintamente avvertito il terremoto. Solo in chiesa c’è qualche rigatura. Nessun …

Continua a leggere »

RITRATTI: Alberto Mandozzi

Amandola: parla il presidente dell’Associazione Tartufai dei Monti Sibillini Una serata stupenda. Con la luna che plana sul Monte della Sibilla. In una casa di quelle tozze, che danno sicurezza. Ai bordi di un’antica strada che da Sarnano porta ad Amandola dove, poco più in là, si scorgono tracce di una lastricatura romana. Ai fornelli, lui, Alberto, robusto, faccia larga, …

Continua a leggere »