Home » Raimondo Giustozzi (pagina 10)

Raimondo Giustozzi

Giornata della Memoria: leggere per non dimenticare

27 gennaio: data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz. Un elenco di libri sulla Shoah per ragazzi ed adulti La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, “Giorno della Memoria”, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la …

Continua a leggere »

La storia da non dimenticare

La dolorosa via crucis di una famiglia di ebrei perseguitata. “Quando Hitler rubò il coniglio rosa” di Judith Kerr Anna, la protagonista del romanzo, sta tornando a casa da scuola in compagnia dell’amica Elsbeth. Siamo nel febbraio 1933, a Berlino, poche settimane prima del voto che porterà Hitler al potere. La neve, caduta abbondante nel corso di quell’inverno, si sta …

Continua a leggere »

Sant’Antonio attraversa il tempo e parla all’epoca della tecnica

L’abate protettore degli animali aveva molti devoti nel mondo rurale: la sua effigie proteggeva stalle, dispense e tutta la campagna La festa di Sant’Antonio ieri Disaffezione e scoraggiamento a volte prendono il sopravvento. Mi sono sempre chiesto se valga la pena raccontare oggi, in piena globalizzazione, alcuni momenti di vita contadina di tanto tempo fa. C’era una volta la festa …

Continua a leggere »

La Chiesa Ortodossa in diocesi

Civitanova Marche: la chiesa di S. Maria Apparente diventa la seconda casa delle comunità orientali È una mattinata fredda quella di domenica 8 gennaio. Non mi scoraggio. Prendo la macchina per Santa Maria Apparente. Ho un appuntamento con padre Oleg Bonari. Mi aspetta al santuario alle 9,15 prima della messa. Arrivo e trovo in fondo alla chiesa una signora russa. …

Continua a leggere »

Fichi secchi e mandarini

“Ogni fioeu ‘l so cavagnoeu” (Ogni bambino ha il suo cestello preparato), soleva ripetere spesso mamma Giuseppina al marito Domenico un modesto “paisàn” (contadino) che di figli ne avrebbe avuti dalla moglie, ben tredici, contro ogni superstizione vecchia e nuova. Correva l’anno 1913 e Luigi, quarto della nidiata, tra “bagaj” e “tusàn” (bambini e bambine) entrava nel mondo come fanno …

Continua a leggere »

“Consòlati Maria del tuo pellegrinare”

Il mese di Dicembre era, sin dall’inizio, un tempo di attesa. Si aspettava la grande festività del Natale. Non c’era quasi nulla di tutta quell’atmosfera consumistica che contraddistingue i nostri giorni con vie e piazze illuminate, negozi addobbati. L’attesa del Natale era vissuta più nei cuori che nelle cose esteriori, davvero poche, rispetto a oggi, solo qualche torrone e gli …

Continua a leggere »

Il tramonto delle utopie di un prete

Sulle strade di don Lorenzo Milani l’uomo del futuro. Il nuovo libro di Eraldo Affinati C’è un punto in cui l’educatore accetta la propria impotenza, esce dal tribunale della storia e torna alla lavagna chinando il capo. Fu in seminario che Lorenzo cominciò a capire come si dovrebbe sentire chi insegna agli adolescenti difficili: un po’ sconfitto, un po’ vittorioso. …

Continua a leggere »

Urge un cambio di mentalità di clero e laici

Le udienze sono occasione di incontro autentico con le persone

Il coraggio, la bellezza, la profondità della spiritualità e dell’azione pastorale di papa Francesco “Da Pio XII a Francesco. Sono sette i papi che mi hanno accompagnato fino ad ora. Di papa Pacelli ho una memoria lontana nel tempo. Ero da solo nella vecchia casa di campagna a Santa Lucia di Morrovalle. Era sera tardi. Ricordo che la radio, uno …

Continua a leggere »

Pastori in cerca di gregge

La diaspora delle comunità parrocchiali dopo il terremoto. La parrocchia, termine derivante da due parole greche traslitterate: parà= attorno, oichia= casa, è il territorio attorno alla casa per eccellenza del cristiano, la chiesa, l’ecclesia (altro termine greco), l’assemblea dei battezzati. La parrocchia è da sempre il punto di riferimento per il fedele. Non lo è più per tante parrocchie e …

Continua a leggere »

La voglia di ricominciare nonostante tutto

La normalità comincia dalla scuola che si trasferisce sulla costa. Territori sconvolti, paesi distrutti, attività economiche messe in ginocchio, comunità disperse. Tutto questo ci sta portando il terremoto. Eppure, nonostante tutto, la voglia di ricominciare è nata quasi subito. Con la schiena piegata ma ancora in piedi, con un nodo alla gola ma con la tenacia di sempre, come è …

Continua a leggere »