Home » prima pagina

prima pagina

Quando l’informazione cede il posto alla mercificazione del dolore

Intervento dell’Arcidiocesi sulla diffusione delle immagini della funivia sul Mottarone In merito alla diffusione delle immagini e video riguardanti la tragedia accaduta sulla funivia Stresa Mottarone, l’Arcidiocesi di Fermo, con una nota, ha evidenziato la propria disapprovazione per quei media che hanno scelto di pubblicare integralmente il video dell’incidente in cui hanno perso la vita 14 persone. “Tali immagini, oltre …

Continua a leggere »

Il “Vieni e vedi” di san Giovanni Bosco

FRAMMENTI DI STORIA SALESIANA I ragazzi dei cantieri Don Giovanni Bosco, diventato sacerdote, entra nel Convitto Ecclesiastico di cui era direttore don Giuseppe Cafasso. Questi era solito dirgli: Se vuoi diventare un bravo prete, vai per le strade di Torino, guarda, osserva e ascolta. Don Bosco fa di questo invito la costante della propria vita. Rasentando le case in costruzione, …

Continua a leggere »

San Marone riparte. La gioia dell’incontro

Tante famiglie e giovani alle iniziative estive dell’oratorio salesiano di Civitanova “L’invito a venire e vedere è il metodo di ogni autentica comunicazione umana, limpida e onesta. Incontrare le persone, relazionarsi con loro, guardare, ascoltare, capirne i problemi è essenziale perché ciò che si scrive sia vero. L’informazione invece viene costruita spesso nelle redazioni dei giornali, davanti al computer, sui …

Continua a leggere »

Come falchi appollaiati sulle nostre sicurezze nel timore di spiccare il volo

Un grande re ricevette in omaggio due pulcini di falco e si affrettò a consegnarli al Maestro di Falconeria perché li addestrasse. Dopo qualche mese, il maestro comunicò al re che uno dei due falchi era perfettamente addestrato. “E l’altro?” chiese il re. “Mi dispiace, sire, ma l’altro falco si comporta stranamente; forse è stato colpito da una malattia rara, …

Continua a leggere »

L’industria delle notizie false

Occorre prendersi tempo per offrire e ricevere informazione di qualità Per il 49,7% degli italiani la comunicazione sul Covid-19 è stata confusa, per il 39,5% ansiogena (un dato che sale al 50,7% tra i più giovani), per il 34,7% eccessiva e solo per il 13,9% della popolazione equilibrata. A rivelarlo è il rapporto Ital Communications-Censis “Disinformazione e fake news durante …

Continua a leggere »

No all’informazione fotocopia

Il monito del Papa ad intercettare la verità delle cose e la vita concreta delle persone La crisi dell’editoria rischia di portare a un’informazione costruita nelle redazioni, davanti al computer, ai terminali delle agenzie, sulle reti sociali, senza mai uscire per strada, senza più “consumare le suole delle scarpe”, senza incontrare persone per cercare storie o verificare “de visu” certe …

Continua a leggere »

Vieni e Vedi

Comunicazioni sociali, il messaggio del Papa e un invito alla riflessione Per celebrare la 55°ma Giornata Mondiale delle comunicazioni sociali, Papa Francesco ci consegna – attraverso l’annuale messaggio – cinque parole, assimilabili a altrettanti inviti e stili per vivere e costruire una comunicazione efficace. Esse sono: incontrare, vedere, condividere, trasmettere e comunicare. Il titolo stesso del Messaggio è fortemente evocativo …

Continua a leggere »

Luigi, il padre della presenza quotidiana silenziosa e discreta

Nel racconto del figlio Raimondo l’amore per un uomo esemplare che in silenzio e nella preghiera rappresenta il faro della famiglia. Era scoppiato in modo del tutto imprevisto l’immane primo conflitto mondiale. Chi viveva del lavoro nei campi non sapeva niente di Sarajevo, dove il 28 giugno 1914 l’arciduca austriaco Francesco Ferdinando era stato assassinato dallo studente serbo Gavrilo Princip. …

Continua a leggere »

“Educhiamo i nostri figli con l’esempio”

Le considerazioni di un papà dei nostri tempi alle prese con le prove della vita in famiglia. Parola ad un papà dei nostri tempi. Dal racconto emerge uno spaccato di vita dalla testimonianza di un uomo diviso tra quotidianità, responsabilità, pazienza e cura. Lei si definirebbe un padre consapevole? Ritengo che dovrei essere una figura molto importante per i miei …

Continua a leggere »

Il silenzio in San Giuseppe uno spazio dell’anima

Riflessioni di Madre Cecilia Borrelli sulla figura del “padre dell’accoglienza”. È un aspetto che mi colpisce particolarmente, ma occorre fare subito una premessa e chiarirne il senso. È stato davvero sempre in silenzio, quasi un muto, non amante della vita, incapace di relazionare? Le pagine del Vangelo ce lo mostrano silenzioso: di lui non c’è neanche un sussurro! San Bernardo …

Continua a leggere »