Home » prima pagina (pagina 30)

prima pagina

Non perdere sapori tramandati da nonne e mamme

Il Carnevale  è già divertente e goloso per proprio conto, in particolar modo nelle Marche. Fra un veglione in maschera e una sfilata di carri allegorici è davvero interessante, gustoso ed utile conoscere la bontà dei suoi dolci caratteristici. La cucina marchigiana tradizionale racchiude in sé una ricca storia dolciaria. Di ogni piatto ne ho trascritto la ricetta affinché la si …

Continua a leggere »

Montegiorgio: giovedì grasso al teatro Alaleona

Scroccafuse o scroccafusi: questo è il dilemma? Nel sud Marche sono scroccafuse, al nord prevale il maschile. Resta il fatto che senza questo dolce il Carnevale non è tale. “Rocce” sfrangiate di pasta passate nell’acqua che bolle, quindi fritte, e subito dopo immerse nell’archemes (il rosso che attira), con pioggia di miele. Una delizia! I giovedì grassi di Montegiorgio si …

Continua a leggere »

Il cibo segno di identità nazionale e regionale: cicerchiata, sfrappe, frittelle, castagnole, arancini

Quando penso ai dolci, specie quelli di carnevale, penso a mia nonna. Mi vengono in mente le ciambelline col buco con zucchero extra. Alla pazienza che richiede una cicerchiata e all’abilità di mani sapienti nel saper creare quel “castello” composto da palline di pasta fritte e unite come mattoncini da cascate di miele. Sembrerebbe che mia nonna, non solo sia …

Continua a leggere »

“Li scroccafusi de nonna”

“Oe, farina, mistrà, zucchero. fa’ a occhiu. te reguli”, dice Oliva Il carnevale non è una festa che amo particolarmente, tuttavia quando si avvicina questa ricorrenza mi torna alla memoria il ricordo di mia nonna Oliva e del dolce che preparavamo insieme: gli “scroccafusi”. Mi giunge alla mente l’immagine di una piccola ed esile donna con il grembiule e il …

Continua a leggere »

Belmonte: La Festa dell’Uguaglianza nella condivisione della polenta in piazza

Nel tablet e nel telefonino si possono vedere le scene vissute dai nonni nel loro carnevale, segno di allegra e amichevole solidarietà. Con un banchetto grasso si diceva addio alla carne perché la parola dice carne- vale (addio) e fa pensare all’astinenza nella quaresima cristiana. Il carnevale era giocoso e curioso nel mascheramento. Già il giovedì grasso offriva la bella …

Continua a leggere »

Una Regione che ha voglia di scherzare!

La mappa del carnevale marchigiano: Fano, Fermo, Ancona, Pesaro, Sarnano, Offida, Ascoli  I divertimenti iniziati a Natale, nel periodo del Carnevale, sin dai suoi inizi, diventavano più espliciti dopo il tempo della Candelora e questo ad ogni latitudine della regione Marche. Questa antichissima festa “della follia” ha un’origine rituale agreste collocandosi tra la fine dell’anno e  l’inizio del risveglio della …

Continua a leggere »

Il filo rosso della chemio

Vita da malati, risposte del medico, preghiera della Chiesa La questione cruciale è: il malato informato è più o meno malato? La provocazione non sembri inopportuna e fuori luogo: la malattia si lega all’ansia e l’ansia si lega alla malattia, si intrecciano e si influenzano a vicenda. Quando ero studente, e mi interessavo un po’ di storia della medicina, non …

Continua a leggere »

Le parole feriscono come coltelli

Spontaneità e disponibilità all’ascolto con chi è malato Quante notizie, atteggiamenti, frasi, irritano o addirittura feriscono i malati di tumore? Quanti ancora i pregiudizi che stigmatizzano la malattia e rendono ancor più difficile e pieno di ostacoli il già duro cammino verso la guarigione o la cronicizzazione? Si potrebbe obiettare che non è facile saper stare accanto e sostenere una …

Continua a leggere »

Le 10 cose che un malato di cancro non vorrebbe mai sentirsi dire

Quando veniamo a scoprire che qualcuno che conosciamo, a cui vogliamo bene è affetto da cancro, il nostro atteggiamento nei suoi riguardi cambia. Sapete quali sono le cose che nessun malato vorrebbe mai sentirsi dire? Sono sicuramente tutte frasi che ci è capitato di sentire o di utilizzare noi stessi, e che ora sappiamo di non dover pronunciare più. A …

Continua a leggere »

Grandi cose ha fatto per me

Messaggio del Santo Padre Francesco per la XXV Giornata Mondiale del Malato 2017 Stupore per quanto Dio compie: «Grandi cose ha fatto per me l’Onnipotente…» (Lc 1,49) Cari fratelli e sorelle, l’11 febbraio prossimo sarà celebrata, in tutta la Chiesa e in modo particolare a Lourdes, la XXV Giornata Mondiale del Malato, sul tema: Stupore per quanto Dio compie: «Grandi cose ha fatto …

Continua a leggere »