Home » Stefania Pasquali

Stefania Pasquali

Stefania Pasquali nativa di Montefiore dell'Aso, trascorre quasi trent'anni nel Trentino Alto Adige. Ritorna però alla sua terra d'origine fonte e ispirazione di poesia e testi letterari. Inizia a scrivere da giovanissima e molte le pubblicazioni che hanno ottenuto consenso di pubblico e di critica. Docente in pensione, dedica il proprio tempo alla vocazione che da sempre coltiva: la scrittura di testi teatrali, ricerche storiche, poesie.

Assaporare l’essenziale

A Lapedona il 22 dicembre alle ore 21.00, presso la Sala Madonna Manù-S. Quirico ci sarà un evento riguardante la presentazione di un libro che parlerà dei rimedi sapienti delle nonne di famiglia. Marina Verzulli eseguirà alla chitarra vari brani di musica classica e a chiusura della serata sarà proiettato un video che riporta immagini di vita rurale risalenti ai …

Continua a leggere »

Consigli per rendere gradevole un incontro

Quando negli anni settanta tornavamo con tutta la famiglia al completo, dal Trentino nelle Marche, non ci si poteva sottrarre al piacevole rito della visita a parenti e amici. Era l’usanza di quel tempo, che ricreava un’atmosfera di  gradevole incontro dopo un anno di lontananza. Tantissime le domande ma non per curiosità quanto per partecipare alle gioie e alle novità …

Continua a leggere »

Si amarono felici e contenti

Il matrimonio è uno dei due sacramenti detti “della missione” Quando ci siamo sposati  in chiesa, nel’72, tempo difficile e contraddittorio post sessantottino, si credeva  che il rapporto stabile e duraturo oramai fosse un’utopia.  I valori del “per sempre” a cui si faceva  riferimento, spesso per tradizione più che per convinzione, vennero scardinati da una legislazione e da una cultura …

Continua a leggere »

Sul fidanzamento

Storia e tradizioni del matrimonio. Oggi tutto è cambiato Fino al 1900 i matrimoni erano sottoposti ad un forte controllo sociale. Le persone non potevano decidere chi sposare e nemmeno quando sposarsi. Nelle famiglie aristocratiche e borghesi, era il padre a stabilire tutto quanto fosse necessario per un buon matrimonio e nell’interesse delle reciproche famiglie. Per i mezzadri e contadini, …

Continua a leggere »

Diete dello Spirito

Altro che dietologi. Il cibo dei monasteri medievali divenne strumento per sottolineare la distanza tra chi utilizza il cibo come “segno” di potere terreno e la distanza dal potere stesso, proprio attraverso la parsimonia nell’assumere solo il cibo strettamente necessario. “Niente piace più a Dio della magrezza del corpo e più il corpo sarà asciugato dall’asprezza delle mortificazioni, meno sarà …

Continua a leggere »

Il neonato e l’osteopatia

Il trattamento tempestivo evita e previene tante patologie I neonati  nel nostro Paese, anche se nati da parto naturale e nelle migliori condizioni possibili, escono dall’ospedale già medicalizzati. Questo vuol dire che al neonato è già stata data almeno un’aggiunta di latte in polvere anche se allattato al seno, almeno un antidolorifico se affetto da coliche gassose e vitamina K. …

Continua a leggere »

Le ricette della nonna

Il cibo è anche cultura. All’interno di una stessa regione, gli alimenti utilizzati, la preparazione, i vecchi e nuovi ricettari di famiglia, ci fanno scoprire vere e proprie cartine culinarie che riflettono  stili di vita diversi per molti aspetti.  Scelta e utilizzo di oli vegetali, in sostituzione dell’antico  “strutto” delle nostre nonne e un maggior consumo di frutta e verdura …

Continua a leggere »

Non sai mai con chi vai a sbattere

Il complicato mondo delle assicurazioni: focus sui mezzi non coperti da polizza Lo sapevate che cinque milioni di autovetture in Italia girano sprovviste di regolare Assicurazione? Perché? “Secondo una dichiarazione pubblica, rilasciata dal presidente dell’Asaps, “L’onda lunga della crisi economica e della disoccupazione ha il suo peso. Sono tanti quelli che fanno fatica, o non ce la fanno proprio, a …

Continua a leggere »

Il buon vicinato

Commentava Papa Francesco a conclusione dell’ultimo Sinodo: “Il primo dovere della Chiesa non è quello di distribuire condanne e anatemi  ma quello di esaltare la misericordia”. Punto cardine per noi è il santo Rosario come inno all’Amore e  alla Misericordia di Dio e che abbiamo abbracciato da consacrati laici, nella fraternita domenicana di Montefiore dell’Aso. L’ordine domenicano è proprio l’ordine …

Continua a leggere »