Home » Ex Cathedra

Ex Cathedra

Il senso del Natale

“Natale sia per ognuno occasione di rinnovamento interiore, di preghiera, di conversione, di passi avanti nella fede e di fraternità. In questo tempo segnato dalla pandemia, celebrare il Natale ha un sapore diverso. Le nostre strade portano già i segni della festa, forse ancora più evidenti di altri anni, quasi un modo per esorcizzare preoccupazioni e sofferenze. Ci sono tutte …

Continua a leggere »

Tempo di Avvento

Nella basilica vaticana Francesco parla di attesa: siamo nella notte, afferma, e viviamo l’attesa del giorno “tra oscurità e fatiche”. Due imperativi accompagnano il credente in questa prima domenica di Avvento, tempo liturgico forte che ci conduce verso il Natale: fate attenzione e vigilate. Ma c’è soprattutto una prospettiva, ovvero “l’incessante richiamo alla speranza” come dice all’Angelus Papa Francesco. Tempo …

Continua a leggere »

Abbiamo bisogno di mitezza

Quando nella vita mondiale e quotidiana cresce l’aggressività, dobbiamo essere capaci di ascoltare e rispettare. Centoquarantaquattromila. L’Apocalisse ci consegna questo numero per indicare coloro che sono stati segnati dal sigillo del Dio vivente. È il segno che individua i “servi del nostro Dio”, cioè i santi. Ma non dobbiamo considerare questo numero come limite. Esprime, invece, la totalità del popolo, …

Continua a leggere »

Nella vigna del Signore

Papa Francesco consegna al mondo la sua terza enciclica: un messaggio di fraternità. NNel giorno in cui si chiude il Tempo del Creato voluto dal Papa e aperto il primo settembre scorso, Francesco consegna al mondo la sua terza enciclica, Fratelli tutti, sulla fraternità e l’amicizia sociale, firmata sabato presso la tomba del poverello di Assisi. Un testo che mentre …

Continua a leggere »

Compassione e tenerezza

Lo stretto legame tra il pane eucaristico e il pane quotidiano. È su una barca, in disparte, in un luogo deserto: ha appreso la notizia della morte di Giovanni Battista e vorrebbe fermarsi da solo a piangere l’amico scomparso. Cerca la solitudine, Gesù, per capire meglio cosa l’aspetta, quale responsabilità dopo l’esecuzione di colui che lo ha battezzato. Ma in …

Continua a leggere »

Un corpo solo

“Non si può partecipare all’Eucaristia senza impegnarsi in una fraternità vicendevole”, sincera, ci spiega il Papa per il Corpus Domini. Prima Minneapolis, poi Atlanta. Violenze dopo l’uccisione di un ragazzo di colore; violenze e proteste che si sono diffuse in molti Stati dell’America e in altre città del mondo. Vengono alla mente le parole di Martin Luther King, il leader …

Continua a leggere »

Il diritto alla speranza

Dal Papa un messaggio chiaro all’Europa che fatica a trovare un cammino comune di solidarietà. Il Papa solo, in una basilica completamente vuota, pronuncia il discorso Urbi et Orbi, cioè alla città e al mondo. La Pasqua, nel tempo del coronavirus, vive di questa immagine che il mondo dei media porta ovunque, nelle case, nei social, sui computer dei cinque …

Continua a leggere »

Il gesto straordinario di Papa Francesco. Ha commosso il mondo e ha dato forza

Il testo della meditazione di venerdì 27 marzo, in attesa delle Parole di venerdì 10 Aprile. «Venuta la sera» (Mc 4,35). Così inizia il Vangelo che abbiamo ascoltato. Da settimane sembra che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e …

Continua a leggere »

Chiamati, in cammino

Anche oggi il Signore chiama “alcuni a stargli vicino”. L’Angelus, nel tempo del Covid-19, è un Papa “ingabbiato” nella sala della Biblioteca, il luogo degli incontri con capi di stato e di governo, che arriva in piazza San Pietro attraverso i maxi schermi. Ma per Francesco questo auto isolamento è troppo, e non rinuncia ad affacciarsi, dopo la benedizione, per …

Continua a leggere »

La Chiesa: una locanda accogliente

Messaggio del Santo Padre Francesco per la XXVIII Giornata Mondiale del Malato 11 Febbraio 2020 Cari fratelli e sorelle, 1. Le parole che Gesù pronuncia: «Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro» (Mt 11,28) indicano il misterioso cammino della grazia che si rivela ai semplici e che offre ristoro agli affaticati e …

Continua a leggere »