Home » arte&cultura » Poesia da ballare

Poesia da ballare

Stampa l articolo

Gastone Cappelloni: voce poetica marchigiana contemporanea.

I versi delle Poesie di un poeta autentico, Gastone Cappelloni, conosciuto tramite un’amicizia comune, mi piacciono particolarmente. Sono pensieri allineati e senza presentazione di un titolo, dettati dal cuore, che mi riportano ad una domanda sul senso dello scrivere poesia oggi. Per bisogno? Per una sensibilità speciale? Riflessioni e intuizioni verso questo Poeta contemporaneo e viaggiatore, classe 1957 originario di Sant’Angelo in Vado (Pesaro/Urbino), evitando la presunzione di una verità assoluta, ricercata fra le pieghe delle parole. Vorrei poter approfondire la lettura della sua Poesia, che descrive sentimenti e traccia brevi e arcane storie.
Chi è il poeta di cui leggo versi anche in lingua Argentina? È una persona libera come le parole che ricerca e fa risuonare nel cuore di chi legge. Una poesia di emozioni, archetipa che nasce dal nostro passato per essere anche cantata e ballata. TTutti gli aspetti della vita di Gastone Cappellini sono mutati e progrediti con il passare del tempo: gli abiti, gli strumenti di lavoro, i mezzi di locomozione, i modi di vivere. Così è anche avvenuto per la sua Poesia. Questo testimonia e conferma il fatto che non ci può essere un unico modo per scrivere versi. Le liriche che leggo dalla pubblicazione “6.0” per la collana “Quaderni del Consiglio regionale delle Marche” sono creative e producono nel lettore quell’energia primordiale del bello che la mente umana realizza, supportata dall’estetica e dall’armonia. Le parole escono dall’inconscio, stati d’animo o vicende personali. Un’energia spirituale del prodotto dell’anima. Ed ecco affacciarsi lo scopo di cantare i valori che si rifanno all’onore, alla gloria, all’amore, al rispetto. E così la Poesia diviene suggestione musicale nella divisione del testo in versi, nel ritmo che varia di intensità, nella brevità di periodi ben allineati ed infine con la ricchezza del significato delle parole.
L’interpretazione si focalizza non solo sull’espressione ma anche sul modo in cui questa assume significato, in altre parole sulla dialettica tra forma e contenuto.
La libertà della sua poetica è solo apparente, in realtà questo autore sceglie le parole da usare, il loro ritmo e la cadenza, soprattutto nei testi poetici in lingua spagnola. La sinfonia della Poesia e i suoni diventano apparentemente sconnessi, ma ci ricordano che dove c’è Poesia, ci sono l’uomo e la natura insieme.
Una simbiosi che si esprime nelle parole di una poesia autentica, emotiva e commovente.
Oltre a ciò compaiono varietà di temi, una elaborazione della lingua che riesce a dare vita a immagini e figure. Differente è l’ambiente politico e sociale di ogni poeta per il fatto che ognuno viva una realtà diversa, ne determina significativi cambiamenti di scrittura.
La purezza, la semplicità e l’originalità delle produzioni poetiche, raggiungono in Gastone Cappelloni una stato di grazia, una ricerca della voce che riporta le persone a leggere e ad amare la Poesia. Poesia semplice che sembra un incanto, impastata di note ingenue e popolari che toccano il cuore e la realtà della gente comune. La genuinità dei suoi versi coinvolge e commuove, seduce e affascina. Poetica importante, in cui ritrovare quel fanciullo aperto alla meraviglia del mondo, che ancora sogna e si diverte.
Gastone, attualmente, sta lavorando a nuovi progetti editoriali.
Carlo Betocchi scrive: “La poesia è nata da sé, spontaneamente su un’onda d’amore, sull’onda d’amore per le cose che erano intorno a me che sentivo fraterne e unite in uno stesso destino e in una stessa fine”. Curriculum: Cappelloni Gastone, classe 1957, nasce e risiede a Sant’Angelo in Vado (Pesaro\Urbino).
Poeta internazionale, intellettuale e critico letterario attento al sociale.
Alcune pubblicazioni:
anno 2000, “Vorrei ma non Posso” Vernacolo.
E continua ogni anno con nuove pubblicazioni fino alle più recenti opere:
anno 2012, “Petali di Clessidra” Rupe Mutevole; anno 2013, “Un Seme oltre Oceano” (italo\spagnolo) David and Matthaus; anno 2015, “Ottava Nota” Edizioni Esordienti E-book. •

About Stefania Pasquali

Stefania Pasquali nativa di Montefiore dell'Aso, trascorre quasi trent'anni nel Trentino Alto Adige. Ritorna però alla sua terra d'origine fonte e ispirazione di poesia e testi letterari. Inizia a scrivere da giovanissima e molte le pubblicazioni che hanno ottenuto consenso di pubblico e di critica. Docente in pensione, dedica il proprio tempo alla vocazione che da sempre coltiva: la scrittura di testi teatrali, ricerche storiche, poesie.

Vedi anche

“Gesù non fu ucciso dagli Ebrei”

Le radici cristiane dell’antisemitismo. P. Etienne Vetö ha scritto la prefazione del libro. In queste …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: