Home » voce ecclesiale » Il profumo del servizio

Il profumo del servizio

Stampa l articolo

Fermo, seminario: GIORNATA DEL CHIERICHETTO

Diffondente il buon profumo di Cristo. È questo il messaggio che i 70 bambini e bambine si sono portati a casa dalla giornata del chierichetto organizzata dai Seminaristi di Fermo sabato 28 aprile.
Dopo essere stati accolti da fra Domenico ed essere stati divisi in gruppi, sono tutti stati invitati in Aula magna per una breve catechesi preparata da Marco Z.
Marco ha presentato un breve filmato da “Gesù di Nazaret” sulla storia di Simone il fariseo e Maria di Magdala poi ha letto il Vangelo di Giovanni 12,1-11, dal quale si conosce che Maria unge i piedi di Gesù con un olio preziosissimo, olio di Nardo del costo di 300 denari. Giuda invece ha venduto Gesù al prezzo di 30 denari.
Marco ha poi spiegato che il profumo è simbolo del servizio che un chierichetto deve fare all’altare, al sacerdote, a Gesù.
Quindi Andrea ha spiegato per sommi capi il gioco: ad ogni prova superata si conquistava alcuni denari che servivano per comprare “Olio di Nardo”.
Cinque le prove da superare tutti centrate sul servizio del piccolo ministrante: ricordare un brano del vangelo, essere uniti, fare il pane azzimo, conoscere gli abiti liturgici e le suppellettili.
Terminati i giochi e proclamata la squadra vincitrice è stato consegnato il vasetto di olio di Nardo che doveva essere portato all’altare.
È seguita l’adorazione eucaristica. I bambini e le bambine hanno fatto silenzio e si sono riempiti i polmoni del profumo di olio di Nardo. Infatti Adriano, il caposquadra del gruppo vincente, ha deposto un po’ dell’olio su una fiamma che ha sprigionato quel profumo soave.
Gesù non si capisce solo con la testa. Si sperimenta con tutti i sensi. Anche con l’odorato.
Dopo la benedizione, una ricca merenda, la foto di gruppo e si ritorna a casa. •

Le foto dell’evento le trovi QUI.

About la redazione

Vedi anche

Il quotidiano “Avvenire” racconta la storia di Di Ruscio emigrante fermano ad Oslo

Luigi Di Ruscio partì da Fermo nel 1957 per Oslo, dove restò 54 anni fino …

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: