Home » Paolo Iommi

Paolo Iommi

Mogliano: il calendario dell’Avvento

Mi stavo chiedendo su quale aspetto dell’imminente Avvento potesse essere utile proporre a chi ci legge una riflessione; nell’incertezza, su tutte le possibili tematiche, mi offre lo spunto quanto vissuto in parrocchia la scorsa domenica. Al termine della Messa un’Associazione missionaria presenta le proprie attività, e ci propone di sostenerle donandoci il Calendario dell’Avvento. Semplice aspetto folcloristico? Non direi, per …

Continua a leggere »

Chiesa della carità e del servizio

PETRIOLO: vestizione di tre aspiranti e due confratelli Dal 9 al 16 settembre a Petriolo (MC), si è svolta la settimana mariana di preghiere in onore dalla Madonna della Misericordia presso la chiesa parrocchiale, data l’inagibilità del Santuario causa terremoto, mentre il Museo dei Legni Processionali è agibile e fruibile ai visitatori. In questa settimana tra i vari incontri ci …

Continua a leggere »

Ero malato e siete venuti a visitarmi

“Ero malato e mi avete visitato”. Non è semplice buon senso o buona educazione; prima di tutto è Vangelo, buona notizia per chi, sulla sua pelle già provata e trasformata dalla sofferenza, trova, se non la guarigione del corpo, quella prossimità che dona l’energia per superare i limiti del dolore giungendo almeno alla guarigione del cuore, a quell’equilibrio perduto che …

Continua a leggere »

Più responsabilità

Ed è ancora una volta Natale; Natale non passa mai inosservato. Noi cristiani amiamo prepararlo, si spera, coltivando e rinnovando, ogni anno, il nostro desiderio di attesa dell’Assoluto capace di riempire e corroborare la nostra finitezza. Tutto il “mondo” che ci circonda, compreso quello così spregevolmente etichettato da Giovanni l’evangelista, vive a suo modo il Natale, strumentalizzandolo e stravolgendolo, trasformandolo …

Continua a leggere »

Sentirsi famiglia

Con l’Ordinazione episcopale del nostro nuovo Pastore Mons. Rocco Pennacchio, il suo solenne ingresso a Fermo e l’inizio del suo ministero, la nostra Chiesa locale ha vissuto due sabati intensi ed indimenticabili. Ma come ha detto lui stesso durante il saluto pronunciato al termine della Messa, ora che sono spenti i luccichii della festa e che siamo già all’indomani, è …

Continua a leggere »

Educare a parole nuove

“Non bestemmiate il vostro Creatore, le sue maledizioni cadranno su di voi!” Ricordo ancora questa frase campeggiare sui muri di Mogliano su piccoli manifesti assai sbiaditi e consunti dal tempo quando, da piccolo, e quindi più di quarant’anni fa, ero solito passeggiare, curiosando, per vicoli e viuzze che, al contrario di oggi, trasudavano vita in ogni angolo. Non ricordo però, …

Continua a leggere »

Consummati in unum

NOTA PASTORALE NUMERO 5 Consummati in unum: in queste tre parole prese dal Vangelo di Giovanni non è racchiuso semplicemente il motto episcopale dell’arcivescovo Luigi, ma traspare tutta l’essenza del suo ministero, fatto di un’attenzione costante al fatto che coloro che si professano cristiani potessero giungere ad una vera e propria perfezione: perfetti nell’unità. La meta è assai ambiziosa, ma …

Continua a leggere »

È la gioia di sentirsi amato e perdonato

Una riflessione sul peccato, su storie di non-perdono e sulla divina Misericordia  La mia risurrezione? È la Risurrezione di Gesù dai morti; non ha senso pensarla se non in relazione a ciò che in Cristo si è definitivamente compiuto. Consiste nella gioia del perdono; la gioia del sentirsi amato e perdonato, di avere la certezza, e ne ho le prove, …

Continua a leggere »

Disagi contenuti

Mogliano: si spera che la toppa non sia peggiore del buco Pur essendo inserito dalle recenti leggi nel cosiddetto “cratere”, Mogliano non può certo essere annoverato tra i paesi più afflitti da questa crisi sismica che ha da poco superato i sei mesi di “vita”. Non siamo ai primi posti della triste graduatoria del numero di sfollati; i disagi sono …

Continua a leggere »

Pienezza di un Assoluto

Soddisfazione per chi, dopo di me, continua la tradizione Mi schiero decisamente, fin dalle prime battute, tra coloro che fanno il presepio; che da sempre amano farlo e vederlo occupare, per un mese all’anno, un posto d’onore nella propria casa, perché chiunque entri possa, almeno per un istante, proiettarsi nel Mistero del Natale. Per essere precisi, da qualche anno non …

Continua a leggere »